10/02/2020

Niente aumento dello stipendio per gli assessori regionali. Marcia indietro della Lega sulle indennità

CONDIVIDI

Mille euro al mese in più per gli assessori  regionali del Piemonte? La notizia ha sollevato un vero vespaio di polemiche. Tanto virulenta che il gruppo dei consiglieri regionale della Lega Nord Salvini ha ritenuto di precisare, in una nota stampa di aver ritirato l’articolo della proposta di legge che avrebbe dovuto eliminare le penalizzazioni di indennità per gli esponenti della Giunta regionale che utilizzano le auto dell’ente per muoversi sul territorio al fine di assolvere alla propria funzione istituzionale.
Si legge nel comunicato:

“Alla luce delle polemiche strumentali generate in questi giorni a mezzo stampa, che stanno provocando il fraintendimento da parte dell’opinione pubblica della ratio alla base di questa proposta, come Gruppo consiliare della Lega abbiamo ritenuto opportuno di ritirare l’articolo in questione, pur rivendicandone l’assoluta legittimità e la necessità di un correttivo a una disposizione che riteniamo ingiusta.

Si è infatti spacciato per un aumento di stipendio un provvedimento che non incrementava assolutamente le indennità degli assessori. Indennità che è prevista da specifica legge regionale e che nessuno ha chiesto di modificare.

Rimanderemo il tema a una riorganizzazione più ampia dei criteri di definizione dell’indennità di coloro che rappresentano i cittadini nelle istituzioni del Consiglio e della Giunta regionale, dal momento che quelli attuali non rispettano il principio di giustizia del peso e delle effettive responsabilità dei ruoli e delle diverse funzioni.
Criteri che fanno sì che, oggi, le cariche di massima responsabilità della Regione – quella del presidente della Giunta e degli assessori – percepiscano una indennità inferiore a quella di un consigliere regionale, ruolo di cui ovviamente abbiamo massimo rispetto in quanto noi stessi membri del Consiglio regionale, ma che evidentemente non può essere equiparato al carico di responsabilità e impegno richiesto a chi siede in Giunta.

Una anomalia che produce come risultato una situazione paradossale, dove i “moralizzatori” che oggi gridano allo scandalo guadagnano più del Presidente della Regione. È evidente, credo, anche a qualsiasi cittadino che questo non ha alcun senso.

A riprova di quanto detto, si allega la tabella con le indennità nette del mese di gennaio di Giunta e Consiglio in ordine decrescente, da cui si evince con chiarezza che tutti i capigruppo che oggi si indignano e fomentano una polemica assurda e strumentale percepiscono una indennità superiore a quella del presidente e del vicepresidente della Giunta regionale e di buona parte degli assessori. Analoga situazione per LeU, per tutto il Gruppo del Movimento 5 Stelle e il 90% del Gruppo del Pd.
Viene quindi spontaneo chiedersi: chi sono i veri privilegiati della politica?”.

27/11/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: il contagio continua a correre. Oggi 859 contagi e due decessi. 421 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, sabato 27 novembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Cronaca

Castellamonte: proseguono i lavori per l’allargamento della strada lungo la “provinciale” di “Campo”

Proseguono i lavori per l’allargamento della strada lungo la strada provinciale 265 C03 di “Campo” dal […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Eventi

Il “Centro Famiglie” di Rivarolo Canavese incontra i genitori per esplorare i cambiamenti familiari

Il “Centro Famiglie” di Rivarolo Canavese ha promosso due incontri dedicati all’adolescenza e alle genitorialità presso […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Economia

Contributo di 7 milioni dalla Regione alle piccole e medie imprese per rinnovare il parco veicoli

Le micro, piccole e medie aziende con un’unità operativa attiva in Piemonte e che sono iscritte […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Cronaca

Autostrada Torino-Milano: camion va a fuoco durante la marcia. Cinque ore per domare le fiamme

Notte d’inferno sull’autostrada A4 Torino-Milano nel tratto di strada compreso tra i centri abitati di Settimo […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Eventi

Rivarolo Canavese: la mostra fotografica all’aperto “R-Esistiamo” diventa la cronistoria del Covid

Immagini eloquenti, a volte crude, impietose ma soprattutto umane: sono quelle scattate dal fotografo valperghese Piero […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy