07/04/2018

Cronaca

L’Università della Sorbona di Parigi ricorda l’ambasciatore canavesano Costantino Nigra

CONDIVIDI

Un convegno ricorda la figura del grande diplomatico del Regno di Sardegna Costantino Nigra che è nato e cresciuto in Valle Sacra: così Parigi ricorderà ne prossimo fine settimana l’uomo, braccio destro di Camillo Benso conte di Cavour, che assicurò al Piemonte l’appoggio militare nella guerra d’Indipendenza contro l’Impero asburgico. E mentre la bellissima contessa di Castiglione era impegnata a svolgere una missione politica non meno importante alla corte di Napoleone III, imperatore dei francesi e nipote del grande condottiero Napoleone Bonaparte, Costantino Nigra può essere considerato a buon diritto uno dei più importanti padri della Patria.

A Costantino Nigra l’Università della Sorbona dedicherà un convegno dal titolo “L’alleanza tra Regno di Sardegna e Impero di Francia nel percorso di unificazione dell’Italia” su iniziativa dell’associazione “Costantino Nigra” guidata dal presidente Sergio Favero e dal Lions Club Alto Canavese presieduto da Michele Nastro.

Al grande diplomatico canavesano è da ascrivere anche il negoziato che diede vita all’alleanza italo-prussiana. La figura dell’ambasciatore viene ricordata a Partigi ben 160 anni i trattati di Plombieres, sottoscritti proprio nella Ville Lumiere, capitale di Francia. Nell’iniziativa sono stati coinvolti anche l’Ambasciata d’Italia a Parigi, il rettorato della presgiosa Università della Sorbona, i Lions Club del Distretto di Parigi e l’Istituto di Cultura e la Maison d’Italie.

In questo contesto il Lions Club, per ricordare un altro canavesano che in Francia ha trovato non solo la fortuna anche una seconda patria: Jacques Clerico che per mezzo secolo è stato il patron del celeberrimo locale parigino “Moulin Rouge”. Originario di Valprato Soana, nel cuore del Parco del Gran Paradiso, Jacques Clerico è un’altra figura che ben rappresenta l’intraprendenza e la creatività dei canavesani.

Il Lions consegnerà ai famigliari l’ambita l’onorificenza “Amici di Melvin Jones”. Un altro importante riconoscimento internazionale per il Canavese, terra di artisti, militari, letterati e grandi uomini politici che giocarono un ruolo importante nel Risorgimento italiano.

Dov'è successo?

25/01/2021 

Cronaca

Suicidi in aumento tra gli adolescenti e i giovani in Italia e in Piemonte. E l’Oms lancia l’allarme

Si feriscono alle gambe e alle braccia: atti di autolesionismo che sempre più spesso sfociano nel […]

leggi tutto...

25/01/2021 

Sanità

Emergenza Covid: oggi in Piemonte 600 nuovi contagi, 21 i decessi e 707 i pazienti guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI Alle ore 16,30 di oggi, lunedì 25 gennaio, l’Unità di Crisi della […]

leggi tutto...

25/01/2021 

Cronaca

Piemonte, migliora la qualità dell’aria. Revocato il blocco della circolazione dei diesel Euro 5

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, d’intesa con gli assessori competenti all’Ambiente e alla Sanità, […]

leggi tutto...

25/01/2021 

Politica

Il governo taglia fuori le regioni dalla gestione dei miliardi del React-Eu. Insorge la Lega canavesana

Il Piemonte non ci sta e reagisce alla notizia che l’Italia intende gestire i 13,5 miliardi […]

leggi tutto...

25/01/2021 

Cronaca

Volpiano: celebrazioni on line nella “Giornata della Memoria” per non dimenticare l’Olocausto

Per la Giornata della Memoria, la ricorrenza che si celebra il 27 gennaio per ricordare le […]

leggi tutto...

25/01/2021 

Cronaca

Dramma sfiorato a Oglianico: in ospedale 4 donne intossicate dal monossido di carbonio

Quattro donne sono finite in ospedale a causa di una presunta intossicazione da monossido di carbonio. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy