07/04/2018

Cronaca

L’Università della Sorbona di Parigi ricorda l’ambasciatore canavesano Costantino Nigra

CONDIVIDI

Un convegno ricorda la figura del grande diplomatico del Regno di Sardegna Costantino Nigra che è nato e cresciuto in Valle Sacra: così Parigi ricorderà ne prossimo fine settimana l’uomo, braccio destro di Camillo Benso conte di Cavour, che assicurò al Piemonte l’appoggio militare nella guerra d’Indipendenza contro l’Impero asburgico. E mentre la bellissima contessa di Castiglione era impegnata a svolgere una missione politica non meno importante alla corte di Napoleone III, imperatore dei francesi e nipote del grande condottiero Napoleone Bonaparte, Costantino Nigra può essere considerato a buon diritto uno dei più importanti padri della Patria.

A Costantino Nigra l’Università della Sorbona dedicherà un convegno dal titolo “L’alleanza tra Regno di Sardegna e Impero di Francia nel percorso di unificazione dell’Italia” su iniziativa dell’associazione “Costantino Nigra” guidata dal presidente Sergio Favero e dal Lions Club Alto Canavese presieduto da Michele Nastro.

Al grande diplomatico canavesano è da ascrivere anche il negoziato che diede vita all’alleanza italo-prussiana. La figura dell’ambasciatore viene ricordata a Partigi ben 160 anni i trattati di Plombieres, sottoscritti proprio nella Ville Lumiere, capitale di Francia. Nell’iniziativa sono stati coinvolti anche l’Ambasciata d’Italia a Parigi, il rettorato della presgiosa Università della Sorbona, i Lions Club del Distretto di Parigi e l’Istituto di Cultura e la Maison d’Italie.

In questo contesto il Lions Club, per ricordare un altro canavesano che in Francia ha trovato non solo la fortuna anche una seconda patria: Jacques Clerico che per mezzo secolo è stato il patron del celeberrimo locale parigino “Moulin Rouge”. Originario di Valprato Soana, nel cuore del Parco del Gran Paradiso, Jacques Clerico è un’altra figura che ben rappresenta l’intraprendenza e la creatività dei canavesani.

Il Lions consegnerà ai famigliari l’ambita l’onorificenza “Amici di Melvin Jones”. Un altro importante riconoscimento internazionale per il Canavese, terra di artisti, militari, letterati e grandi uomini politici che giocarono un ruolo importante nel Risorgimento italiano.

Dov'è successo?

06/12/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 776 nuovi contagi e cinque decessi. I letti occupati sono 500. 483 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,45 di oggi, lunedì 6 dicembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

06/12/2021 

Cultura

Busano: in due libri le vicende delle famiglie Marchetto, protagoniste della storia del paese

Ha avuto luogo domenica 5 dicembre alle ore 16,30 presso il Salone Polivalente di Busano, la […]

leggi tutto...

06/12/2021 

Cronaca

Nasce lo Sportello Energia Piemonte. Sosterrà i cittadini negli interventi energetici nelle abitazioni

È nato lo Sportello Energia che, aiutando a rispondere alle domande ed ai dubbi di chi […]

leggi tutto...

06/12/2021 

Cronaca

Volpiano, consegnati dal sindaco Panichelli gli attestati del “Piemonte gentile e cortese”

Sabato 4 dicembre il sindaco di Volpiano Giovanni Panichelli ha consegnato gli attestati per la Giornata […]

leggi tutto...

06/12/2021 

Cronaca

Da oggi entra in vigore il super green pass: ecco come, dove e quando usare il certificato verde

Da oggi, lunedì 6 dicembre entra in vigore il super green pass. Ma cosa cambia in […]

leggi tutto...

06/12/2021 

Cronaca

Ivrea, i sindaci dell’Alto Canavese: “Il nuovo ospedale va costruito vicino all’autostrada”

Numerosi sindaci del Canavese occidentale e della Val Chiusella, ricevuta notizia che nella prossima Conferenza dei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy