21/08/2021

Cronaca

Leinì: adescava gli adolescenti nel parco. I carabinieri arrestano un operaio pedofilo di 31 anni

CONDIVIDI

Prima contattava le giovani vittime via WhatsApp e poi le adescava nel parco pubblico “Grande Torino”. È accaduto a Leinì. L’Orco ha 31 anni, fa l’operaio e abita in Canavese. L’uomo era già noto alle forze dell’ordine per essere finito nei guai, qualche anno fa, per adescamento.

Ma negli anni l’uomo aveva affinato, grazie alla tecnologia telefonica, la propria tecnica. In genere contattava i giovani attraverso i network social o mediante il numero di telefono ottenuto tramite WhatsApp e li contattava e li ricattava allo scopo di ottenere prestazioni sessuali in cambio di denaro.

Una vicenda sordida che i carabinieri della stazione di Leinì hanno scoperto intorno a Ferragosto, nel contesto di un intervento volto a sedare una rissa tra ragazzini. La realtà era però diversa: quando i carabinieri sono giunti in via Vittime di Bologna gli adolescenti stavano inveendo proprio nei confronti dell’operaio accusandolo di essere un pedofilo. A innescare la “rivolta” dei ragazzini” sarebbe stato il fratello diciottenne di uno di questi che, gli aveva inviato un messaggio con il telefono del fratellino nel quale aveva scritto: “Faccio tutto quello che vuoi, vediamoci al parco”. Una trappola che ha tratto in inganno il pedofilo.

E qui è scattata la trappola, grazie anche all’intervento dei genitori dei due fratelli. Quando l’uomo si è presentato all’appuntamento al parco “Grande Torino” ad attenderlo ha trovato i carabinieri che lo hanno fermato e successivamente condotto in caserma per accertamenti. I militari hanno rinvenuto nello smartphone sequestrato immagini e video pedopornografici.

Inquirenti e investigatori stanno attualmente analizzando con estrema cura il personal computer (sequestrato) dell’operaio che si trova ora agli arresti domiciliari. Ora i militi della locale stazione stanno verificando, con la dovuta cautela, se vi siano anche altri bambini leinicesi coinvolti in questi tentativi di adescamento che, in questo caso, sono caduti nel vuoto grazie all’attenzione dei genitori e del fratello maggiore.

06/02/2023 

Sanità

Asl T04: “orari bizzarri” tra infermieri e Oss”. L’azienda: “Nessun comportamento anti sindacale”

Asl T04: “orari bizzarri” tra infermieri e Oss”. L’azienda: “Nessun comportamento anti sindacale” La proposta di […]

leggi tutto...

06/02/2023 

Economia

A Chivasso arrivano oltre 30mila euro dal Pnrr per la Piattaforma Digitale Nazionale Dati

A Chivasso arrivano oltre 30mila euro dal Pnrr per la Piattaforma Digitale Nazionale Dati Con un […]

leggi tutto...

06/02/2023 

Cronaca

Brandizzo: scontro sull’autostrada Torino-Milano tra un Tir e un furgone. Due i feriti di cui uno grave

Brandizzo: scontro sull’autostrada Torino-Milano tra un Tir e un furgone. Due i feriti di cui uno […]

leggi tutto...

06/02/2023 

Cultura

Volpiano, letture animate per bambini alla biblioteca nell’ambito del progetto “Nati per leggere”

Volpiano, letture animate per bambini alla biblioteca nell’ambito del progetto “Nati per leggere” Giovedì 16 febbraio […]

leggi tutto...

06/02/2023 

Eventi

Domenica 12 febbraio, in occasione della Festa sulla Neve, torna il bus navetta da Torino a Usseglio

Domenica 12 febbraio, in occasione della Festa sulla Neve, torna il bus navetta da Torino a […]

leggi tutto...

06/02/2023 

Cronaca

Ivrea: guidavano l’auto ubriachi. Pioggia di denunce e controlli in attesa del Carnevale

Ivrea: guidavano l’auto ubriachi. Pioggia di denunce e controlli in attesa del Carnevale Controllo straordinario del […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy