16/01/2020

Ivrea ha una marchesa: è Vittoria, 16 anni, prossima regina d’Italia. Modificata la “legge salica”

CONDIVIDI

Dopo mille anni, casa Savoia volta pagina e modifica le leggi di successione al trono. La storica decisione è stata assunta da Vittorio Emanuele, padre di Emanuele Filiberto. D’ora in poi, abolita la discendenza diretta per grado, anche le donne di Casa Savoia potranno sedere sul trono. Erede del casato che ha governato prima la Sardegna e il Piemonte e poi l’Italia è la sedicenne Vittoria di Savoia, primogenita di Emanuele Filiberto, alla quale il nonno paterno ha attribuito, tra l’altro, anche i titoli di marchesa di Ivrea e principessa di Carignano. Una questione tutta interna in Casa Savoia perché l’Italia è una Repubblica democratica e l’ex casa regnante non ha alcuno peso politico.

Ma qui si tratta di del mondo delle Case Regnante che seguono i propri protocolli e basano la loro sopravvivenza sull’immagine, sulle regole da seguire e sui privilegi che il titolo reale frutta. L’abolizione della legge salica ha scatenato l’immediata e aspra reazione del principe Amedeo, Duca di Savoia e d’Aosta, che rivendica da sempre la nomina a Capo della Real Casa e la titolarità ai suoi successori dinastici.

Si legge in un comunicato stampa a firma del principe Amedeo: “Le Case Reali già regnanti, le quali sono tuttora titolari di alcuni diritti (trattamenti d’onore, concessione dei propri Ordini dinastici, etc.), sono regolate da leggi Dinastiche che, mancando il collegamento con la Corona, non sono più modificabili ma ‘congelate’ allo stato in cui erano alla deposizione della Dinastia. Giunge notizia di un’abolizione della Legge Salica da parte del principe Vittorio Emanuele di Savoia, sostituita da norme del tutto estranee alle Leggi Dinastiche della Reale Casa di Savoia, già definite perpetue e irrevocabili dal Re Carlo Alberto e immutabili e inviolabili dal Re Umberto I”.

Il Duca d’Aosta sottolinea che la modifica decisa dal cugino Vittorio Emanuele è illegittima e nulla, tanto più perché proveniente “da una persona esclusa dalla successione dinastica e dall’appartenenza alla Reale Casa di Savoia in seguito a un’infrazione delle Leggi Dinastiche della Reale Casa. La titolarità della R. Casa di Savoia spetta a S.A.R. il Principe Amedeo, Duca di Savoia e d’Aosta, Capo della Real Casa, e ai Suoi Successori dinastici”.

Una vicenda condita dal sale delle polemiche che dimostra come quella della Casa Reale britannica non sia, in fondo, l’unica a dover fare i conti con una contrapposizione degna del miglior film storico.

12/08/2022 

Cronaca

Borgaro: due auto si scontrano nei pressi del supermercato. Due i feriti in ospedale a Rivoli

Due auto danneggiate e due feriti in ospedale: è il bilancio di un incidente stradale che […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

L’Uncem: “cinghiali, in Canavese serve un serio piano di abbattimento”. Gli agricoltori sono esasperati

“Serve un piano di abbattimenti dei cinghiali serio, chiaro a tutti, senza troppi passaggi burocratici, senza […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

Piemonte e Canavese: aperte le candidature per il bando del Servizio civile digitale. Ecco tutte le info

Scade il PROSSIMO 30 settembre la possibilità di partecipare al nuovo bando del Servizio civile digitale. […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

Quagliuzzo: il 13 agosto l’ultimo, straziante addio a Carmen Scivetti, la 15enne coinvolta in un incidente

È morta martedì 9 agosto a 15 anni, in una stanza dell’ospedale Cto dove era stata […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

Monteu da Po: i lupi sbranano una mucca in un allevamento. L’allarme della Cia Agricoltori

“Ormai i lupi non si fermano più nemmeno davanti alle stalle e aggrediscono le prede senza […]

leggi tutto...

11/08/2022 

Cronaca

Castellamonte: batteri nell’acqua del rubinetto. Obbligatoria la bollitura prima di consumarla

A fornire l’ufficialità della notizia è stata una comunicazione giunta in Comune dall’Asl T04: l’acqua della […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy