04/04/2021

Cronaca

Isotta Rosboch, la rivarolese che racconta in un blog la gastronomia italiana ai tempi del Covid

CONDIVIDI

Ha 29 anni, è laureata in diritto alimentare ed è una rivarolese doc. Isotta Rosboch è una giovane canavesana, cittadina del mondo, che ha le idee ben chiare e che ha trasformato, negli anni, la passione per il buon cibo e il vino in una professione. Una giovane intelligente e dinamica che ha scoperto quanto vasto e variegato sia il mondo dell’enogastronomia. E pensare che a 18 anni voleva fare l’attrice. Ma la vita è così: ti porta quasi inconsapevolmente a percorrere strade inesplorate. Dopo una formativa esperienza compiuta a Barcellona la giovane si è trasferita a Chicago ha lavorato per un anno a Eataly insegnando agli americani a cibarsi come si deve mangiando italiano. Isotta Rosboch la passione per la cucina ce l’ha nel sangue ereditata, come ammette, dalla nonna materna Clara. Un tratto generico ereditato anche dal fratello che è chef stellato in un noto ristorante parigino. La sua insaziabile curiosità l’ha portata in tutto il mondo: in Australia, in Sudafrica, in Spagna e negli Stati Uniti: un viaggio durato tre anni e durante il quale ha acquisito un grande bagaglio di esperienze basate su culture completamente diverse tra loro. Poi, proprio quando si trovava a Pitti Taste a Firenze, è scoppiata la pandemia.

Dopo aver girato il globo in lungo e in largo, Isotta, donna dai mille interessi e di una dinamicità unica si è dedicata all’organizzazione di fiere gastronomiche. Eventi che hanno subito un brusco stop a causa delle restrizioni dovute allo scoppio della pandemia di Coronavirus. Ma Isotta non si è data per vinta e dopo aver dato vita a una start-up, adesso si occupa di comunicazione nel contesto della ristorazione. Ed è sul web e in particolar modo sui social che racconta le eccellenze gastronomiche italiane e canavesane.

Nel suo blog denominato “Isigoing.it” (il termine Easy Going in lingua inglese descrive le persone aperte alle quali piace sperimentare) e sulla pagina Instagram @isigongtoeat Isotta riversa tutto il suo entusiasmo e la conoscenza approfondita di un settore vasto e complesso. Un successo più che meritato non foss’altro per la grande intraprendenza di questa giovane canavesana, che ha saputo trasformare una iattura, come la pandemia di Coronavirus in un successo imprenditoriale, complice il fatto che, grazie alle chiusure forzate la gente ha abbandonato il “mordi e fuggi” per riscoprire il piacere di cucinare.

E ancora: la pandemia in questo caso diventa un’opportunità di cogliere al volo. Un esempio pratico: la folgorazione è stata quella di proporre piatti innovativi. Per questa ragione ha dato vita a una campagna denominata #adottaunochef. In sostanza, limitazioni permettendo, concordato il menù è lo chef che va dai commensali. “Ho messo a frutto la mia esperienza maturata nel contesto degli eventi internazionali e i contatti stretti nel corso della precedente attività per reinventarmi e iniziare a percorrere una nuova strada dove il web diventa determinante”. Lo dimostra in concreto il fatto che il suo profili Instagram è frequentatissimo e che la sua attività si svolge tra Torino, Milano e Verona.

“Il mio obiettivo è quello portare alla ribalta enogastronomica le straordinarie eccellenze italiane e canavesane – spiega Isotta Rosboch -. Come, ad esempio, la presenta di cantine nelle terre dell’Erbaluce che sono ancora sconosciute al grande pubblico e piatti della tradizione che meritano di essere maggiormente valorizzati”. La finalità che Isotta Rosboch si pone è anche quella, con la sua apprezzata iniziativa imprenditoriale, di fare in modo che, seppure con le restrizioni adottate a causa dell’epidemia, cibo e buon vino possono contribuire a ricostruire quella socialità che questo maledetto virus ha di fatto diradato e sfilacciato.

 

18/04/2021 

Cronaca

Spritz disobbediente al bar “La Torteria” di Chivasso. Il sindaco Castello chiede al Prefetto misure urgenti

Il bar pasticceria “La Torteria” di Chivasso è diventato il punto di riferimento per i negazionisti […]

leggi tutto...

18/04/2021 

Un gruppo medico-legale autorizzerà la vaccinazione dei fragili fuori dalle categorie ministeriali

È stato costituito nell’ambito del Comitato tecnico-scientifico dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte un gruppo di […]

leggi tutto...

18/04/2021 

Cronaca

Giorno di lutto cittadino per commemorare le quattro vittime della strage di Rivarolo Canavese

Oggi, domenica 18 aprile è stato per Rivarolo Canavese il giorno del lutto e del dolore. […]

leggi tutto...

18/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 751 nuovi casi positivi e 3 decessi. In calo i ricoveri in terapia intensiva

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 751 nuovi […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Sanità

Covid-19: accordo della Regione Piemonte con i farmacisti per i vaccini Pzifer e Moderna

Regione Piemonte, Federfarma e Assofarm hanno definito il percorso che consentirà ai farmacisti di somministrare anche […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Rivarolo: lo straziante saluto della città ai coniugi Dighera. Domani 18 aprile è lutto cittadino

Rivarolo Canavese si è fermata, nel primo pomeriggio di oggi, sabato 17 aprile, per tributare l’ultimo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy