28/10/2021

Cronaca

I lupi, incubo degli allevatori. La Regione emana il bando per finanziare i risarcimenti

CONDIVIDI

La Lega continua la sua battaglia in difesa degli allevatori e contro il moltiplicarsi degli attacchi dei lupi. L’assessorato regionale all’Agricoltura ha infatti pubblicato un bando per finanziare i risarcimenti dei danni causati alle greggi e per coprire le spese per la difesa del bestiame. Un problema che assilla tanti e tanti allevatori anche in Canavese, dove i danni causati dalla presenza dei lupi ammontano a cifre più che rilevanti.

“Si tratta di misure concrete – commenta il presidente del gruppo Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni – che dimostrano ancora una volta quanto questa maggioranza, di cui la Lega è la prima forza, si stia adoperando per aiutare gli imprenditori che devono combattere la loro battaglia quotidiana contro i lupi. Allevatori che troppo spesso sono stati lasciati soli, preferendo piuttosto inseguire le favolette pseudo ambientaliste della sinistra integralista. La verità è che oggi rischiamo di condannare le nostre terre alte alla desertificazione, perché senza interventi concreti sempre più margari decideranno di abbandonare gli alpeggi per dedicarsi ad altre attività. Il Piemonte non può permetterselo, perché i nostri allevatori sono i primi custodi delle nostre montagne. E noi saremo sempre al loro fianco”.

Nel dettaglio, la misura varata dall’Assessorato prevede un indennizzo per i capi predati tra il primo giugno e il 30 novembre di quest’anno, riconoscendo contributi a chi si doterà di recinzioni per il ricovero notturno degli animali o di cani da guardia, a chi provvederà in prima persona o attraverso i suoi famigliari o personale addetto alla custodia delle bestie e a chi installerà dissuasori e sensori attorno alle aree di pascolo. Inoltre, si garantisce una copertura dell’80% per le spese veterinarie per i capi feriti, del 50% per i costi di rimozione e smaltimento delle carcasse e un indennizzo forfettario per il risarcimento delle perdite subite dalla produzione.

“Sostegni quanto mai necessari – conclude il presidente Preioni – ma che dovrebbero essere accompagni da una radicale revisione nell’approccio di un problema, quello del lupo, che rischia di sconvolgere il futuro dell’allevamento in Piemonte. Ormai i branchi dilagano in pianura e si spingono ai margini delle città. Pertanto, dovremmo lasciare da parte certi buonismi e varare finalmente quel piano di contenimento che, come Lega Salvini Piemonte, chiediamo fin dall’inizio della legislatura. Un’azione di contrasto sul modello di quella già adottata dalla Francia e da altri Paesi europei dell’Arco Alpino e che coinvolga la polizia provinciale, le guardie venatorie e gli stessi cacciatori”.

21/01/2022 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi quasi 15 mila nuovi contagi e 25 decessi. Oltre 14 mila i pazienti guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 14.675 nuovi […]

leggi tutto...

21/01/2022 

Cronaca

Da lunedì 24 il Piemonte torna “Arancione”. Cirio: “Sugli ospedali pesano i ricoveri dei No Vax”

Il Piemonte da lunedì 24 gennaio passerà in zona arancione, insieme ad Abruzzo, Sicilia e Friuli: […]

leggi tutto...

21/01/2022 

Cronaca

Chivasso celebra la “Giornata della Memoria” grazie all’impegno dell’Anpi. Ecco tutte le Info

Anche il Comune di Chivasso celebra la Giornata della Memoria. La sezione “Boris Bradac” dell’Associazione Nazionale […]

leggi tutto...

21/01/2022 

Sanità

Chivasso: incontro tra sindacati e Asl. L’azienda annuncia assunzioni. Il Nursind: “Vigileremo”

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, ha inviato una comunicazione alla Direzione Generale ASL T04 […]

leggi tutto...

21/01/2022 

Cronaca

Previsioni meteo: il tempo si stabilizza. Cieli sereni e nebbie notturne su tutta la Pianura Padana

Queste le previsioni del tempo elaborate dal centrometeoitaliano.it AL NORD Al mattino tempo stabile con prevalenza […]

leggi tutto...

20/01/2022 

Cronaca

Caluso: scritte di minaccia dei No Vax contro i medici sul muro del Centro Vaccinale

Scritte minacciose No Vax all’indirizzo dei medici vaccinatori e i carabinieri indagano per risalire identità degli […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy