13/06/2021

Cronaca

Hub vaccinali nelle imprese, la Confindustria: “In Canavese non sono necessari grazie all’Asl”

CONDIVIDI

A marzo di quest’anno le aziende del Canavese hanno risposto con grande spirito di solidarietà e responsabilità all’appello lanciato da Confindustria per mappare le “fabbriche di comunità”, cioè quelle imprese operanti sul territorio nazionale potenzialmente disponibili e idonee per essere configurate come siti vaccinali e moltiplicare così quelli già attivi nel nostro Paese.

Trentaquattro imprese canavesane hanno messo a disposizione i loro spazi per somministrare il vaccino ai dipendenti e ai loro famigliari. Imprese di dimensioni diverse (grandi, medie e piccole), operanti nei settori più vari, dislocate su tutto il territorio, dall’eporediese all’alto Canavese, passando anche dal ciriacese. Tutte desiderose di dare il proprio contributo per uscire dall’emergenza in tempi rapidi.
Sin dalla chiusura dell’indagine nazionale Confindustria Canavese ha lavorato a stretto contatto con l’Azienda Sanitaria Locale Asl T04 al fine di definire le procedure da seguire, chiarire quali adempimenti dovevano essere a carico delle stesse aziende e quali quelli a carico dei Servizi Sanitari e valutare come organizzare al meglio gli hub vaccinali per consentire ai dipendenti delle aziende canavesane di vaccinarsi in sede. In particolare, sono state concluse tutte le operazioni necessarie per partire con un primo hub territoriale presso il Bioindustry Park.

Nel corso del confronto con le autorità competenti è però emersa la consapevolezza che la campagna vaccinale anti Covid realizzata dall’Asl T04 sull’intero territorio canavesano stava procedendo speditamente grazie a un’organizzazione molto efficiente e al tempo stesso estremamente sicura. L’efficienza e la dinamicità con la quale il sistema sanitario locale sta gestendo la campagna, garantendo una copertura rapida e capillare della popolazione, unitamente alla maggiore disponibilità di vaccini e al fatto che a livello regionale sono state aperte le preadesioni ai 30enni, (e dal 4 giugno ai 16enni), ha fatto venire meno l’esigenza di implementare l’offerta pubblica. Sostanzialmente l’hub aziendale, considerato l’ottimo funzionamento e la velocità della campagna vaccinale dell’Azienda sanitaria locale, non concorrerebbe a incrementare l’andamento delle somministrazioni e, anzi, rischierebbe di stare un passo indietro rispetto all’attività dei punti vaccinali istituiti direttamente dall’ASL.

“Tempo fa ho affermato che per sconfiggere la pandemia bisogna correre più velocemente del virus, dichiara Patrizia Paglia, Presidente di Confindustria Canavese -. Le imprese hanno dato la loro disponibilità a collaborare per vincere questa sfida, ma grazie all’efficienza e alla rapidità dimostrata dal nostro servizio sanitario, al momento restano ‘in panchina’, pronte a intervenire soltanto se sarà veramente necessario. Voglio pertanto ringraziare l’Asl T04 che con il suo impegno e la sua solerzia sta dando un considerevole contributo per mettere finalmente la parola fine all’emergenza sanitaria nel nostro territorio”.

“Colgo, inoltre, l’occasione – prosegue la presidente dell’associazione degli industriali – per dare il benvenuto a Stefano Scarpetta, nuovo direttore dell’Asl che ha preso il posto di Luigi Vercellino, a cui rivolgo un saluto e un particolare ringraziamento per il prezioso lavoro svolto in Canavese. Confindustria Canavese è costantemente impegnata in un dialogo serrato con i presidi ospedalieri e le Asl territoriali poiché ritiene che anche un’assistenza sanitaria di alta qualità, moderna ed efficiente possa contribuire allo sviluppo economico e sociale di una comunità”.

30/07/2021 

Sanità

Pandemia: mascherine dal Piemonte a Cuba contro il Covid. L’isola caraibica è tra le più colpite dal virus

Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato all’unanimità un ordine del giorno, primo firmatario Marco Grimaldi […]

leggi tutto...

30/07/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi sono 287 nuovi casi positivi ma nessun decesso. 4 i ricoveri in Rianimazione

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 287 nuovi […]

leggi tutto...

30/07/2021 

Economia

Piemonte: crescono gli assunti a tempo indeterminato. Nuove risorse per l’apprendistato

Il primo semestre 2021 ha registrato una netta ripresa (+21,5% rispetto allo stesso periodo del 2020) […]

leggi tutto...

30/07/2021 

Cronaca

Piemonte: bando della Regione per tutelare le scuole di montagna. Stanziati oltre 500 mila euro

Continua l’attenzione della Regione per la tutela e la continuità delle scuole di montagna esistenti in Piemonte. […]

leggi tutto...

30/07/2021 

Cronaca

Borgofranco d’Ivrea: operaio cade nel canale e muore. Cinque indagati per omicidio colposo

Sono cinque le persone iscritte dalla procura di Ivrea nel registro degli indagati per la morte […]

leggi tutto...

30/07/2021 

Cronaca

Rivarolo: il luogotenente Mammino va in pensione. Per 28 anni è stato il punto di riferimento per la città

Dopo 41 anni, trascorsi al servizio dell’Arma e dello Stato, 28 dei quali trascorsi in qualità […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy