30/10/2021

Cronaca

È scontro tra il Comune di Candia Canavese e Città Metropolitana sul lago e i cinghiali che devastano

CONDIVIDI

È polemica al “calor bianco” tra il Comune di Candia Canavese e la Città Metropolitana. Il motivo del contendere? La massiccia presenza di cinghiali e il preoccupante abbassamento del livello dell’acqua del lago. In una nota, pubblicata sul suo profilo social, il sindaco di Candia Mario Mottino, illustra le motivazioni che hanno innescato il contenzioso tra i due enti. “Alo scopo di tutelare il nostro lago e il nostro territorio – spiega in un lungo comunicato stampa il sindaco Mario Mottino – sono stati necessari degli interventi, anche attraverso vie legali, per quanto riguarda il preoccupante abbassamento del livello delle acque lacustri ed il proliferare dei cinghiali nell’area del Parco Naturale”.

Nella nota il primo cittadino ricorda che la precedente amministrazione approvò nel 2018, tra i vari interventi proposti da Città Metropolitana, anche il ‘ripristino dei corridoi ecologici acquatici’ che hanno portato all’eliminazione della lama della paratoia fissa nel traversaro, installata proprio per evitare l’abbassamento eccessivo del lago. “Siamo favorevoli all’ambiente umido unico, ma abbiamo sollevato sin dal 2021 con una lettera inviata al vicesindaco Metropolitano forti perplessità sul progetto e il modo di realizzazione. A lavori effettuati, complice una non determinante siccità, il livello del lago si è drasticamente abbassato e ha raggiunto valori preoccupanti per l’ambiente del lago, per le attività turistiche e di svago, per l’accesso all’imbarcadero comunale, per le attività sportive con gli accessi ai pontili di imbarco e per pratiche sportive resi inutilizzabili per le persone diversamente abili”.

Il vero problema, sottolinea Mottino e che l’ex provincia di Torino non avrebbe mai preso parte a un incontro relativo alle problematiche sollevate e richiesto più volte dal Comune di Candia. E a questo punto sia il sindaco che gli amministratori hanno deciso di recedere dalla convenzione redatta dalla Città Metropolitana e approvata dalla precedente amministrazione. “Questo atto si è reso necessario per poter rivedere e riscrivere una nuova e più completa Convenzione che tenga conto di tutte le problematiche – dichiara il sindaco Mottino -emerse nella gestione dell’area protetta e del ruolo centrale di collaborazione e condivisione di intenti tra i soggetti pubblici di Città Metropolitana e Comune di Candia, oltre che a fornire una maggiore tutela giuridica ai due enti nella risoluzione di eventuali problematiche.

Dal canto suo la Città Metropolitana di Torino ha risposto a un’istanza formale inviata dal Comune di Candia e riguardante il contenimento dei cinghiali all’interno dell’area protetta del parco asserendo “la dinamica dell popolazione di cinghiali sul territorio del comune di Candia Canavese oltre non mostrare criticità emergenziali dal punto di vista dei danni alle colture neppure risulta problematica sotto il profilo della sicurezza”.

Una risposta che non è stata affatto gradita dall’amministrazione comunale che ha ribattuto, piccata, “Nell suddetta lettera si riportano dati che vorrebbero dimostrare, dalle richiese di risarcimento presentate dagli agricoltori, i limitati danni alle colture, analizzando i dati pervenuti nei loro uffici, ma senza confrontarsi e verificare sul territorio la veridicità dei dati stessi. Nel periodo di semina 2020, a causa del lockdown, Città Metropolitana non ha mandato ispettori sul territorio. Ecco perché non vi sono state richieste di risarcimento, senza contare che ormai gli agricoltori bell’area Parco hanno praticamente rinunciato alle colture e alle semine. Ci siamo resi disponibili ad un incontro con la Città Metropolitana e gli agricoltori locali finor non abbiamo avuto riscontro”.

 

 

 

 

 

26/01/2022 

Cronaca

Carceri: su 4mila detenuti oltre mille sono stati positivi al Covid. Il garante: “Sistema inadeguato”

“Su 3.700 posti e una presenza reale di oltre 4.000 persone, sono stati più di 1.000 […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Sanità

Covid in Piemonte, contagi stabili: oggi sono oltre 14 mila. 12 i decessi e oltre 17mila i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, mercoledì 26 gennaio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Smog: torna il semaforo verde nei comuni di Chivasso, Ciriè, Poirino, Rivarolo e San Maurizio

Da domani, giovedì 27 gennaio fino a venerdì 28, giorno in cui Arpa verificherà il perdurare dei fenomeni di […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Il ciclista Bernal grave dopo un incidente: Claudio Leone: “Ti aspettiamo per la tappa del Giro”

È stabile ma ancora in gravi condizioni di salute il campione di ciclismo colombiano che nella […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Ivrea: nascondevano in casa oltre mezzo chilogrammo di droga. In manette un italiano e una colombiana

Nei giorni scorsi il personale del Commissariato di Ivrea nel corso di un’operazione di polizia giudiziaria […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Previsioni del tempo: fine settimana di maltempo al Centro-Sud. Da domenica, però, tornerà il bel tempo

Ecco le previsioni del tempo elaborate dal centrometeoitaliano.it Tutti i principali modelli mostrano una blanda saccatura […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy