28/10/2021

Cronaca

Dal primo gennaio 2022 gli sciatori sono obbligati ad essere assicurati per danni causati a terzi

CONDIVIDI

Il Decreto Legislativo numero 40/2021, passato in sordina per la sospensione dell’attività sciistica lo scorso anno, ha introdotto l’obbligo per lo sciatore che utilizza le piste da sci alpino di possedere un’assicurazione in corso di validità che copra la propria responsabilità civile per danni causati a terzi.  La sanzione di carattere amministrativo prevista per chi non possiede l’assicurazione va da 100 a 150 euro, oltre al ritiro dello skipass.
Lo sciatore sarà libero di scegliere se acquistare la polizza nel momento in cui compra lo skipass oppure se acquistarla presso le compagnie assicurative optando anche per una formula stagionale.

Una valida alternativa per ottemperare a questo obbligo potrebbe essere quella di stipulare una copertura “RC CAPOFAMIGLIA” che, con un costo contenuto, oltre a coprire il rischio di danni provocati a terzi durante la pratica di sport a livello amatoriale mette al riparo il patrimonio dell’assicurato da eventuali esborsi per danni che fosse chiamato a risarcire per responsabilità propria e dell’intero nucleo familiare nella vita di tutti i giorni.

Da ultimo è importante non dimenticare che:

Nel caso di scontro tra sciatori, si presume, fino a prova contraria, che ciascuno di essi abbia concorso ugualmente a produrre i danni eventualmente occorsi. Questo vuol dire che molti degli incidenti che avvengono sulle piste, vengono trattati come concorso di colpa. Non è quindi garantito che la sola assicurazione RCT basti ed è invece più probabile che a rispondere per eventuali lesioni riportate dallo sciatore sia la propria assicurazione infortuni, che non è obbligatoria ma è vivamente consigliata.

E se in caso di incidente sulle piste l’assicurazione del danneggiante non volesse risarcire oppure se venissero ingiustamente addebitate delle responsabilità nella causazione del sinistro? In questo caso potrà essere di grande aiuto una polizza di Tutela Legale che copre le spese di un legale che ci supporti nel formulare la richiesta danni oppure a resistere in caso di ingiustificate richieste di terzi.

Quindi è bene non farsi trovare impreparati e tutelandosi al meglio per poter vivere in totale sicurezza e relax le nostre giornate sulla neve.

20/01/2022 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi oltre 15 mila nuovi contagi. 31 i decessi. Oltre 96 mila i tamponi effettuati

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 15.328 nuovi […]

leggi tutto...

20/01/2022 

Cronaca

Caluso: scritte di minaccia dei No Vax contro i medici sul muro del Centro Vaccinale

Scritte minacciose No Vax all’indirizzo dei medici vaccinatori e i carabinieri indagano per risalire identità degli […]

leggi tutto...

20/01/2022 

Cronaca

Dramma a Borgaro: uomo di 65 anni muore cadendo dalla finestra al quinto piano di un condominio

Un terribile e tragico volo di circa 20 metri posto fine alla vita di un uomo […]

leggi tutto...

19/01/2022 

Sanità

Covid: il 16,6% dei tamponi è positivo. Oggi i contagi sono 15.733. I guariti sono 14.163 rispetto a ieri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE All 16,00 di oggi, mercoledì 19 gennaio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

19/01/2022 

Cronaca

Rivarossa, operatore Teknoservice aggredito da un cittadino: Leone: “Violenza. Inaccettabile”

Era iniziato come un semplice diverbio ma si è subito trasformato in un’aggressione. Ad ufficializzare la […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Caselle: Il Comune investe 650 mila euro per riasfaltare le strade e rifare i marciapiedi

L’Amministrazione Comunale di Caselle ha impegnato 650.000 euro per la riasfaltatura di strade e il rifacimento […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy