17/12/2022

Cronaca

Cuorgnè, dalla Regione 50 mila euro per riqualificare la villa della mafia. Si cerca un gestore

Cuorgnè

/
CONDIVIDI

La Regione Piemonte ha approvato la graduatoria dei comuni ammessi a contributi per interventi di riqualificazione di beni confiscati alla mafia. Il Comune di Cuorgnè ha partecipato al bando con il progetto “Dopo di noi”, per la realizzazione di un progetto abitativo rivolto a disabilità di grado medio-lieve nella Villa sita in via Salgari, recentemente acquisita dall’ente.
Il progetto ha ottenuto un ottimo punteggio di valutazione che consentirà al Comune di beneficiare di un contributo di circa 50.000,00 euro, per effettuare i primi interventi di ristrutturazione.

É di questi giorni inoltre la pubblicazione dell’avviso di gara per l’individuazione di un soggetto gestore che dovrà cofinanziare gli interventi di ristrutturazione necessari e che poi avrà in gestione il bene per la realizzazione del progetto.

Grande soddisfazione é stata espressa dal Sindaco Giovanna Cresto e dall’Assessore alle politiche sociali Elisa Troglia: “Siamo molto soddisfatti di questo risultato. Come abbiamo sempre sostenuto, l’utilizzo dei beni confiscati da parte dei Comuni può essere realizzato solo se supportato da sostegni economici per far fronte ai costi per gli interventi di recupero di cui necessitano i beni e allo stesso tempo se c’è una chiara e realistica idea progettuale per il loro utilizzo. Solo con queste condizioni il bene diventa un’opportunità per la comunità. Grazie al lavoro di questi mesi possiamo affermare di aver raggiunto entrambi gli obiettivi: il contributo regionale é fondamentale per l’avvio dei lavori. I contatti avuti con diverse realtà sociali del territorio ci hanno confermato la necessità di un servizio come quello che si vuole realizzare del “Dopo di noi”. Una volta individuato il soggetto gestore si darà avvio ai lavori nella Villa che dovranno concludersi entro fine settembre 2023″.

Il bando per l’individuazione del soggetto gestore é pubblicato sul sito del Comune e scade il 27 dicembre.

 

28/01/2023 

Cronaca

Castellamonte: 60enne finisce nelle gelide acque del canale. Salvato dai Vigili del fuoco

Castellamonte: 60enne finisce nelle gelide acque del canale. Salvato dai Vigili del fuoco E’ stato salvato […]

leggi tutto...

28/01/2023 

Sanità

Sanità in Piemonte: a Ivrea un convegno sulla diagnostica per sostenere la medicina di prossimità

Sanità in Piemonte: a Ivrea un convegno sulla diagnostica per sostenere la medicina di prossimità La […]

leggi tutto...

28/01/2023 

Economia

Digitalizzazione dei servizi: finanziamento di oltre centomila euro dal Pnrr al Comune di Chivasso

Entro quest’anno sarà estesa a tutti i servizi comunali la piattaforma di pagamenti elettronici PagoPA grazie […]

leggi tutto...

28/01/2023 

Cronaca

Cuorgnè: prosegue l’attività lo Sportello di ascolto e consulenza per anziani e disabili a Villa Filanda

Prosegue il servizio di sportello di ascolto e supporto promosso dal progetto “Reti di prossimità” rivolto […]

leggi tutto...

27/01/2023 

Cronaca

“Vauda, tagliare i confini del parco indebolisce il controllo dei cinghiali”. L’allarme della Coldiretti

“Vauda, tagliare i confini del parco indebolisce il controllo dei cinghiali”. L’allarme della Coldiretti Un possibile […]

leggi tutto...

27/01/2023 

Cronaca

San Giusto Canavese: furto nella notte in una villetta. I ladri si danno alla fuga con la cassaforte

San Giusto Canavese: furto nella notte in una villetta. I ladri si danno alla fuga con […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy