12/10/2022

Cronaca

Chivasso: il Comune incrementa al 45% la riduzione Tari per circa 500 utenze non domestiche

Chivasso

/
CONDIVIDI

La Giunta Comunale di Chivasso, su proposta dell’assessora al Bilancio e Tributi Chiara Casalino, ha deliberato l’incremento della riduzione della Tassa sui Rifiuti dal 16% al 45% per circa 500 utenze non domestiche chivassesi. L’operazione costa complessivamente 195 mila euro, fondi che, se non utilizzati quest’anno, sarebbero ritornati allo Stato. Per il 2022 così vengono riproposte, con un sostanziale aumento, le agevolazioni introdotte per la pandemia a favore di numerose attività e categorie che avevano già usufruito di un’agevolazione lo scorso anno.
Il provvedimento è stato trasmesso al Consorzio di Area Vasta CB16 per il suo recepimento, in tempo utile per l’elaborazione del saldo Tari del 2022. La precedente riduzione era stata fissata al 16%, mentre nel 2020 ammontava al 25%.

“Entro il termine perentorio inizialmente fissato al 15 dicembre 2020, ma più volte prorogato sino allo scorso 30 giugno – ha spiegato il sindaco di Chivasso Claudio Castello -, i titolari delle utenze destinatarie della riduzione della Tari avrebbero dovuto presentare un’apposita autocertificazione per attestare l’effettiva chiusura in pandemia ed il possesso di tutti i requisiti per fruire della riduzione, utilizzando i moduli inviati unitamente al provvedimento di discarico a saldo della Tari 2020. In occasione della riapertura dei termini di consegna dell’autocertificazione, prima al 30 giugno 2021 e poi al 31 dicembre dello stesso anno, gli uffici comunali hanno pubblicato la relativa informativa, coinvolgendo le associazioni di categoria e l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

In seguito, l’informativa e la modulistica sono state ritrasmesse con posta elettronica certificata, informando nuovamente sulla possibilità della revoca. Un ulteriore sollecito telefonico è stato fatto dall’Ufficio Tributi in prossimità della scadenza dello scorso 31 dicembre, ma al 30 giugno di quest’anno, su 1.093 utenti appena 437 hanno restituito l’autocertificazione, mentre 144 utenze sono risultate cessate e a 459 sono state revocate le agevolazioni a causa delle loro inadempienze. In sostanza, con questa operazione le utenze non domestiche che beneficeranno della riduzione Tari per il 2022 – ha concluso il primo cittadino -, in sede di saldo, anziché l’avviso di pagamento, riceveranno un provvedimento di discarico parziale di quanto già richiesto in sede di acconto”.

“Siamo consapevoli del dramma che molte realtà stanno vivendo – ha aggiunto l’assessora Chiara Casalino – e con questa azione, che oculatamente ha drenato risorse altrimenti perse, diamo un sostegno diretto a chi ne ha più bisogno. In un momento in cui le spese fisse stanno aumentando è nostro dovere fare il possibile per tutelare chi genera lavoro e chi si impegna per non chiudere le attività”.

 

28/11/2022 

Arte

Natale da favola al castello di Masino. Il Fai apre al pubblico il maniero dei Conti di Valperga

Anche nel 2022, in occasione del Natale, il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS invita […]

leggi tutto...

28/11/2022 

Cronaca

Strambino, Natale con poche luminarie. La sindaca Cambursano: “Aiuteremo le famiglie”

Quello di Strambino sarà un Natale sottotono: poche luminarie per le vie del paese a sottolineare […]

leggi tutto...

28/11/2022 

Eventi

Valperga-Cuorgnè: ricco calendario di eventi il prossimo week-end, per l’avvento del Natale

Questa mattina, lunedì 28 novembre, le amministrazioni comunali di Valperga e di Cuorgnè, insieme a diverse […]

leggi tutto...

28/11/2022 

Economia

Canavese: bando per i 6 milioni a fondo perduto per il turismo montano che è in crescita

Apre oggi, lunedì 28 novembre, il bando dalla Regione per assegnare i sei milioni stanziati per […]

leggi tutto...

28/11/2022 

Cronaca

“Chivasso Bene Comune”: l’Amministrazione promuove la cultura condivisa del verde pubblico

Giovedì 1° dicembre, alle ore 20,30, nell’aula consiliare del Comune di Chivasso si terrà l’incontro “Spazi […]

leggi tutto...

28/11/2022 

Economia

La Regione Piemonte investe oltre 20 milioni per la filiera del cinema, seconda in Italia

Nei giorni in cui si svolge la 40a edizione del Torino Film Festival, il presidente della […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy