22/12/2015

Cronaca

San Carlo Canavese: sulla scomparsa del geometra Bruno Schiesaro s’indaga per sequestro di persona

San Carlo Canavese

/
CONDIVIDI

La scomparsa del geometra Bruno Schiesaro, residente a San Carlo Canavese, titolare di uno studio professionale a San Francesco al Campo, si è trasformata in un vero e proprio giallo. Da mercoledì scorso, l’uomo, 52 anni, sembra essere svanito nel nulla. E a nulla sono finora valse le ricerche effettuate dai carabinieri della tenenza di Ciriè. La procura di Ivrea ha deciso di aprire un fascicolo contro ignoti con l’ipotesi di sequestro di persona. Gl’investigatori, coordinati dal sostituto procuratore della Repubblica Chiara Molinari, non tralasciano nessuna ipotesi compresa, per l’appunto, quella del sequestro di persona. Quella di Bruno Schiesaro è sempre stata un’esistenza tranquilla caratterizzata dalla dedizione al lavoro, alla famiglia e la passione per il ciclismo, una passione tanto intensa da indurlo a presiedere l’associazione “Gattobigio Cyclim Team” di San Maurizio Canavese.

 C’è qualcosa che non quadra in questa drammatica vicenda. Gli uomini dell’Arma, al comando del maggiore Marco Porcedda stanno lavorando alacremente: l’ipotesi che il professionista si fosse allontanato di sua spontanea volontà a causa di una possibile depressione o altro, è stata accantonata in fretta. I carabinieri hanno anche appurato che proprio il pomeriggio della sua scomparsa Schiesaro si era incontrato in un locale torinese con un artigiano edile che, quando è stato interrogato, ha negato che l’incontro sia avvenuto. Adesso si attende l’esito delle analisi che gli inquirenti stanno effettuando sui tabulati telefonici: si cercano riscontri sulle telefonate effettuate e ricevute sul cellulare che il geometra aveva da poco acquistato e che è stato ritrovato sulla sua auto abbandonata nel parcheggio dell’ufficio tecnico a San Francesco al Campo.

La priorità è quella di ricostruire gli ultimi movimenti compiuti da Bruno Schiesaro e risalire all’identità delle persone con le quali era stato in contatto negli ultimi tempi, quelli precedenti la sua improvvisa scomparsa. Se il geometra si è allontanato di sua spontanea volontà, gl’inquirenti sono convinti che non sia andato molto lontano dato a casa ha lasciato carta d’identità e contanti. Manca ancora il movente. Forse tutto è legato a qualche problema che avrebbe potuto avere con qualche cantiere edile per il quale aveva lavorato negli ultimi tempi. Sulla vicenda vige il massimo riserbo ma non esclude la possibilità che a breve possano emergere eclatanti novità.

Dov'è successo?

01/12/2021 

Cultura

Rivarolo Canavese: gli allievi del Liceo musicale raccolgono i primi successi anche fuori dal Piemonte

L’associazione “Liceo Musicale” di Rivarolo Canavese può contare sulla terza generazione di musicisti e cantanti che […]

leggi tutto...

01/12/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: superata la soglia dei 900 nuovi contagi. In calo i ricoveri in ospedale

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, mercoledì 1° dicembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

01/12/2021 

Sport

Nuoto: successo della squadra canavesana al Trofeo Città di Rapallo. Raffaella Aimone è quinta

Inizia da Rapallo la stagione della squadra Master di Ivrea. La piccola spedizione Canavesana composta da […]

leggi tutto...

01/12/2021 

Cronaca

Piemonte e Canavese: al via il bando per le oltre mille Pro loco che animano e valorizzano gli enti locali

È attivo da oggi, mercoledì primo dicembre e fino al 15 dicembre 2021 un bando, promosso […]

leggi tutto...

01/12/2021 

Cronaca

Incidente in via Favria a Rivarolo Canavese: disabile sulla sedia a rotelle investita da un furgone

Una donna sulla sedia a rotelle è stata investita da un furgone in via Favria a […]

leggi tutto...

01/12/2021 

Cronaca

Rivara: incendio nella notte. A fuoco un’autorimessa. Distrutti due veicoli

Un’autorimessa situata in via San Giovanni è stata distrutta da un incendio nella notte tra martedì […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy