Volpiano: scaricano abusivamente plafoniere alla periferia della città. Identificati e multati

Volpiano

/

21/10/2017

CONDIVIDI

Gli ispettori della polizia municipale sono intervenuti su segnalazione di un cittadino. Salate contravvenzioni agli autori. Pagheranno i costi di rimozione e smaltimento dei rifiuti

Avevano abbandonato di notte rifiuti pericolosi in regione Verdina in strada Antica di Gassino a Volpiano, ma gli ispettori della polizia municipale sono risaliti all’identità degli autori dell’azione illecita. E’ accaduto nella mattinata di giovedì 19 ottobre. Nella zona da un furgone era stato scaricato e abbandonato a cielo aperto un gran numero di plafoniere usate per l’illuminazione. Tutta Plastica e vetro che avrebbero dovute essere smaltite nell’apposito ecocentro.

E’ stato un residente nella zona ad avvisare gli agenti della locale polizia urbana. Grazie alle sue indicazioni i due ispettori sono riusciti a risalire all’identità di coloro che hanno abbandonato i rifiuti nell’arco di poche ore che si sono visti appioppare salatissime sanzioni amministrative. E non basta: oltre alla multa dovranno accollarsi anche i costi di rimozione e smaltimento delle plafoniere abbandonate effettuato da un’azienda specializzata.

“Questa operazione dimostra quanto siano importanti le segnalazioni dei cittadini per punire chi utilizza il territorio come una discarica. In questi anni l’amministrazione si è dotata di nuovi strumenti, come le telecamere mobili, per fronteggiare questo problema, riuscendo a individuare i responsabili anche in altre situazioni – spiega il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne. È necessario far sapere che questi comportamenti sono molto gravi e le multe sono salate, perché anche questo fa parte del meccanismo di dissuasione. La collaborazione dei cittadini è fondamentale per agire con immediatezza ed evitare, di conseguenza, che gli oneri per la rimozione ricadano sui proprietari dei terreni. Quando invece l’area è pubblica deve intervenire l’ente competente, che può essere il Comune o la Città Metropolitana”.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

18/10/2019

Pont Canavese: riprendono le ricerche per risolvere il “giallo” della scomparsa di Elisa Gualandi

Svanita nel nulla: il “giallo” che circonda la scomparsa di Elisa Gualandi, 54 anni, impiegata al […]

leggi tutto...

18/10/2019

Piemonte e Canavese: 35 milioni dal ministero dell’Ambiente contro il rischio idrogeologico

Sono quasi 35 i milioni di euro assegnati dal Ministero dell’Ambiente al Piemonte per la mitigazione […]

leggi tutto...

18/10/2019

Il Canavese al Rallylegend di S. Marino: l’equipaggio Diaco-Sparvieri conquista il 3° posto di classe

Successo canavesano al Rallylegend di San Marino. L’equipaggio canavesano Diaco-Sparvieri, firmato Team Fast Drivers, ha conseguito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy