Volpiano: rapinava i passanti con il taser. Giovane condannato a due anni e tre mesi

Volpiano

/

25/07/2016

CONDIVIDI

Prima stordiva le vittime poi le costringeva a prevelare denaro contante al bancomat

Rapinava, insieme a un complice, i giovani di passaggio con l’ausilio di un taser, una sorta di arma da difesa che rilascia una scarica elettrica ad alto voltaggio per paralizzare momentaneamente l’avversario. Il giovane è stato condannato dal giudice del tribunale di Torino a due anni e tre mesi di reclusione. Mattia Orso, 26 anni, è stato arrestato, l’altra mattina, dai carabinieri della stazione di Volpiano, che hanno eseguito l’ordine di custodia cautelare emesso dal tribunale.

Il giovane era stato fermato un anno fa dai carabinieri dopo aver compiuto tre rapine ai danni di altrettanti ragazzi: tre passanti che, sotto la minaccia del taser, erano stati, dopo essere stati storditi con il taser, costretti a prelevare denaro in contanti euro per evitare di ricevere una nuova scarica elettrica. Era stato un testimone che aveva assistito alla scena, ad avvertire le forze dell’ordine. Il taser, un tempo ampiamente usato dalle forze dell’ordine di vari Stati e dai privati come mezzo di difesa personale, è stato recentemente inserito dall’Onu nel novero degli strumenti di tortura.

Dov'è successo?

Leggi anche

11/12/2019

Canavese: 110 borse di studio per 50 mila euro ai figli dei dipendenti che si sono distinti a scuola

Nova Coop ha premiato, anche quest’anno, 110 figli dei dipendenti che si sono distinti per importanti […]

leggi tutto...

11/12/2019

Borgaro: 800 studenti evacuati dalla scuola media ed elementare per una sospetta fuga di gas

Due scuole evacuate per una sospetta fuga di gas: è accaduto nella prima mattinata di oggi, […]

leggi tutto...

11/12/2019

Asl T04: una delegazione di tecnici cinesi in visita alla Medicina Nucleare dell’ospedale di Ivrea

Nel pomeriggio di martedì 10 dicembre, una delegazione cinese di tecnici del Bee (Bureau of Ecology […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy