Volpiano: operaio voleva gli arretrati, ma il titolare gli chiede, pistola alla mano, di licenziarsi

03/05/2018

CONDIVIDI

I carabinieri della Compagnia di Chivasso hanno notificato un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dalla procura di Ivrea, al datore di lavoro e a due complici albanesi

Voleva soltanto che gli fossero pagati gli arretrati che gli spettavano, ma la sua richiesta è cozzata contro la canna di una pistola spianatagli in faccia dal suo datore di lavore, un italiano di 40anni, residente a Torino. Protagonista di questa scabrosa vicenda che risale allo scorso mese di settembre del 2017 è stato un romeno di 36 anni. L’uomo era stato fatto salire con uno stratagemma a bordo dell’auto del titolare della ditta per la quale lo sfortunato romeno lavorava ed era stato portato a Volpiano in aperta campagna, dove ad attenderli si trovavano due albanesi di 42 e 32 anni residenti a Torini, complici del datore di lavoro.

La disavventura vissuta dal romeno ha avuto inizio quando è sceso dall’auto: dopo avergli puntato addosso una pistola i tre lo hanno minacciato di morte: una minaccia estesa anche alla moglie e al figlio.  L’obiettivo degli estorsori era quello di costringere il romeno a firmare una lettera di licenziamento e di rinunciare a quanto gli spettava. Poi, i tre, sono risaliti in auto e hanno abbandonato la vittima dopo averla derubata del telefono cellulare e del portafoglio.

L’uomo, dopo essersi ripreso dallo shock iniziale ha raggiunto una colonnina SOS della vicina tangenziale ed è riuscito a dare l’allarme.

Ad avviare le indagini sono stati i carabinieri di Volpiano. Dopo aver raccolto sufficienti elementi di colpevolezza nei confronti dei tre uomini, i carabinieri della Compagnia di Chivasso hanno notificato un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dalla procura di Ivrea per rapina ed estorsione.

Dov'è successo?

Leggi anche

Cuorgnè

/

14/11/2018

La disastrosa sconfitta di Caporetto nel primo degli incontri storici promossi da “Cuorgnè Viva”

Nell’ambito delle celebrazioni per la fine della Prima guerra mondiale, il Centro Incontri “Cuorgnè viva”, in […]

leggi tutto...

San Giorgio Canavese

/

14/11/2018

San Giorgio Canavese: scontro tra auto sulla provinciale per Ozegna. Due i feriti in ospedale

Due auto semi distrutte ed entrambi i conducenti che finiscono al pronto soccorso: è il bilancio […]

leggi tutto...

Ivrea

/

14/11/2018

Asl T04: Fabrizio Bogliatto, 44 anni, è il nuovo direttore di Ostetricia e Ginecologia di Ivrea

Fabrizio Bogliatto, 44 anni, è il nuovo Direttore della Struttura Complessa Ostetricia e Ginecologia Ivrea. Dopo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy