Volpiano: dopo la Comital fallisce anche la consorella Lamalu. Altre 40 persone perdono il lavoro

Volpiano

/

08/07/2018

CONDIVIDI

I dipendenti avevano partecipato alla lotta dei colleghi della Comital e adesso si ritrovano nella stessa, drammatica situazione

Non solo Comital. Anche la Lamalu, la fonderia di alluminio che forniva la materia prima alla consorella Comital per la realizzazione di laminati per l’industria alimentare e farmaceutica, è stata dichiarata fallita lo scorso 5 luglio dai giudici del tribunale di Ivrea. Un’altra beffa che colpisce quello che era uno dei fiori all’occhiello della realtà produttiva canavesana: i 40 dipendenti della Lamalù avevano a suo tempo partecipato alla lotta dei colleghi della Comital (di proprietà del gruppo francese Aedi) si ritrovano nella stessa, drammatica situazione.

E salgono a 150 i lavoratori che si trovano a fare i conti con un futuro che al momento non esiste. Dario Basso, segretario della Uilm torinese e Ciro di dato, responsabile per il sindacato della Lamalu pongono l’accento sul fatto che la dichiarazione di fallimento assesta un latro duro colpo al territorio sul piano occupazionale. Tra l’altro i dipendenti non potranno fare ricorso ai contratti di solidarietà, attivati nei mesi scorsi, anche se rimane l’ancora della Naspi.

I dirigenti della Uilm sono decisi ad andare fino in fondo: il timore è che dietro al fallimento si possa celare l’intenzione di delocalizzazione della produzioni in altri Paesi.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

13/11/2018

Ivrea: motociclista di 19 anni si scontra con un’auto e si schianta contro un muro. E’ grave in ospedale

Una motocicletta distrutta e un “centauro” ferito gravemente: è il drammatico bilancio di un grave incidente […]

leggi tutto...

Chivasso

/

13/11/2018

Chivasso, video trappole per incastrare chi abbandona i rifiuti. Multati un’azienda e un privato cittadino

Colti sul fatto grazie alle video trappole. A poche settimane dall’attivazione del nuovo sistema di video […]

leggi tutto...

San Benigno Canavese

/

13/11/2018

Trasformava pistole giocattolo in armi in grado di sparare. Arrestato “artigiano” di San Benigno Canavese

Erano state costruite per esserese usate come giocattoli ma un abile artigiano le ha modificate per […]

leggi tutto...