Volpiano: insulti omofobi contro i giocatori del Settimo in maglia rosa

Volpiano

/

16/03/2016

CONDIVIDI

Uno dei dirigenti che ha invitato i giocatori del Volpiano più scalmanati, ad assumere un comportamento più corretto, è stato oggetto di insulti e sputi

L’omofobia invade anche uno dei pochi luoghi dove se ne sentono di tutti i colori, quando si è trascinati dalla fede e dalla passione, ma dove si rispettano ancora alcune elementari regole della convivenza civile: i campi da calcio. Essere oggetto di insulti razzisti e imofobi soltanto per aver indossato la maglia rosa, è un fatto che va oltre l’immaginabile. Tanto da diventare un caso nazionale. Protagonisti dell’insolita e umiliante disavventura, sono stati i ragazzi della squadra giovanissimi fascia B del Settimo Calcio. E’ successo il 9 marzo scorso nel corso del 22° “Memorial Antonio Goia”, andato in scena sul campo del Volpiano Calcio. Alcuni giocatori della squadra Juniores del Volpiano avrebbero rivolto pesanti insulti e apprezzamenti a carattere omofobo durante la partita che vedeva contrapposti l’Alpignano e il Settimo Juniores.

Il Settimo Calcio ha esternato con vigore tutto il suo stupore e la sua indignazione: certo qualche dirigente aveva messo in conto qualch sfottò, ma mai avebbe immaginato che si potesse arrivare a tanto. In sostanza i ragazzi in maglia rosa, che spesso la indossano quando disputano le partite, sono stati pesantemente apostrofati con frasi palesemente anti-omosessuali. Il clima si è surriscaldato: il dirigente guardialinee del Settimo Carmelo Maimone si è reca presso il gruppo dei giovani più scalmanati invitandoli a seguire un comportamento più corretto ed educato: un invito che non è stato raccolto. Anzi, il dirigente ha rimediato per tutta risposta insulti, minacce e sputi.

Il caso Sarri-Mancini ha fatto pessima scuola. E che i campioni diano questi esempi, dando adito a pensare che l’insulto e l’ingiuria possano essere component leciti in uno dei simboli d’eccellenza dello sport, non è soltanto deprecabile e da sanzionare, ma è un comportamento da condannare con fermezza. E se la dirigenza del Volpiano non si è ancora espresso su questo tema, al termine della partita uno dei giocatori del Volpiano si è scusato a nome proptio e a quello della società. Un comportamento che è stato apprezzato dai dirigenti del Settimo Calcio, Si attende adesso una presa di posizione ufficile del società volpianese: di certo si sa che il presidente e il suo staff stanno conducendo accurate verifiche per identificare gli autori dell’inaccettabile comportamento.

Leggi anche

25/08/2019

Lavoro: 6 milioni di euro stanziati dalla Regione per consentire ai comuni di assumere gli over 58

Ammonta a più di 6 milioni di euro l’erogazione, da parte della Regione, dei fondi messi […]

leggi tutto...

25/08/2019

Balme: trovato cadavere il pastore disperso in Val d’Ala. E’ forse precipitato da un versante impervio

E’ stato ritrovato cadavere nel tardo pomeriggio di oggi. domenica 25 agosto, il pastore 45enne di […]

leggi tutto...

25/08/2019

Balme: si reca al pascolo e non ritorna a valle. Ricerche in corso per ritrovare pastore 45enne

Il mattino era partito, come di consueto, per raggiungere il Pian della Mussa per far pascolare […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy