Volpiano, Ferragosto davanti ai cancelli dell’azienda per i 138 dipendenti della Comital

Volpiano

/

14/08/2017

CONDIVIDI

Anche se l'azienda ha avviato la procedura di licenziamento collettivo, sindacati e lavoratori presidiano i cancelli per evitare che vengano portati via i macchinari

Avevano promesso che non avrebbero smantellato il presidio istituito davanti ai cancelli dell’azienda dove hanno lavorato per vent’anni neanche il giorno di Ferragosto e hanno mantenuto la parola; i 140 dipendenti della Comital di Volpiano non demordono e rimangono di guardia giorno e notte per evitare che l’azienda faccia portar via gl’impianti necessari per la lavorazione. Dal fronte societario (la proprietà è della francese Aedi) non è ancora giunta nessuna notizia.

Di fatto i 138 dipendenti sarebbero in ferie dalla scorsa settimana ma allo stato attuale delle cose, è facile prevedere, se non interverranno eclatanti novità, che i cancelli rimangano chiusi per sempre o, almeno fino a quando lo stabilimento non sarà rilevato da un possibile acquirente. Anche se l’azienda ha annunciato l’avvio della procedura del licenziamento collettivo, la possibilità c’è. Ancora remota, ma c’è e costituisce l’ultimo appiglio per i lavoratori che non hanno altra fonte di reddito se non quello dello stipendio mensile.

La gente, qui, non si dà pace: l’azienda è sana. Perché chiuderla? continuano a chiedersi senza riuscire, tuttavia, a darsi una risposta.

Eppure è stato tentato di tutto. Si sperava nell’intermediazione tentata dall’assessore regionale al Lavoro Gianna Pentenero, ma la società non si è mossa di un millimetro. Si preannuncia un autunno rovente perché i dipendenti e i sindacati non hanno nessuna intenzione di abbandonare il presidio perché mollare significherebbe far naufragare l’ultima, residua, illusione.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/08/2019

Vestignè: esce dal cortile va in strada e viene travolto da un’auto. Bimbo di 5 anni grave in ospedale

Travolto da una Fiat Punto mentre si trovava sulla strada: un bambino di cinque anni di […]

leggi tutto...

17/08/2019

La vergogna del “Ponte Preti”: dopo tante promesse di interventi tutto è come prima

E’ trascorso un anno da quando il senatore castellamontese Eugenio Bozzello indisse una raccolta di firme […]

leggi tutto...

17/08/2019

Scatta l’allarme al canile di Caluso per sedici cani ammalati di leptospirosi. Due sono deceduti

Tra i 32 cani provenienti da un’azienda agricola della Val di Chy, alcuni erano affetti da […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy