Volpiano, in carcere per mafia viene assolto e chiede un risarcimento per ingiusta detenzione

Volpiano

/

14/04/2017

CONDIVIDI

La Corte d'Appello ha ribaltato la sentenza di primo grado che lo aveva condannato l'imputato a otto anni di reclusione

Era stato arrestato dai carabinieri nell’ambito della maxi operazione Minotauro condotta contro le cosche della ‘ndrangheta attive in Canavese: Pasquale Barbaro, 66 anni, originario di Platì, era stato condannato nel processo di primo grado a otto anni di carcere. Dopo due anni e mezzo di carcere Pasquale Barbaro è stato assolto dalle accuse che gli erano state ascritte. A sentenza pronunciata Barbaro ha deciso di chiedere allo Stato un risarcimento di 516 mila euro. Secondo l’accusa Pasquale Barbaro sarebbe stati un referente con la “locale” di Volpiano.

Pasquale Barbaro era astato arrestato nel mese di giugno del 2011 insieme ad altre 140 persone ed era rimasto in carcere fino al dicembre 2013. L’uomo, ha spiegato l’avvocato difensore Mauro Ronco ai giudici della Corte d’Appello prima della sentenza di assoluzione, lavorava ad 1984 come operaio idraulico in consorzio attivo nella provincia di Reggio Calabria.

La procura generale si è opposta al riconoscimento dell’ingiusta detenzione.

Dov'è successo?

Leggi anche

Strambino

/

21/09/2017

Strambino: incidente nei pressi del Lidl. Un uomo in scooter è stato travolto e ferito da un’automobile

Serio incidente nel pomeriggio di mercoledì 20 settembre a Strambino all’ingresso del supermercato Lidl situato in […]

leggi tutto...

Ingria

/

21/09/2017

Ingria: dopo il rifiuto di Torino sarà il piccolo comune a ospitare la goliardica e contestata “Gara dei rutti”

Quel che Torino ha sdegnosamente rifiutato, il piccolo Comune canavesano di Ingria ha accettato: domenica 24 […]

leggi tutto...

Caselle

/

21/09/2017

Caselle: gli aerei decollano e le tegole volano. Stanziati 70mila euro per ancorare i “coppi” ai tetti delle case

Quando gli aerei decollano o atterrano, volano anche le tegole: a Caselle è ormai la norma, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy