Villanova Canavese: giovani nei guai per tentato furto, traditi dalle impronte sulla neve

Villanova Canavese

/

13/12/2017

CONDIVIDI

Tre maldestri ladri hanno tentato di compiere un furto in un'abitazione, ma sono stati catturati e arrestati dai carabinieri di Venaria

Ha cercato di fuggire dopo un tentato furto in un alloggio ma nella Toyota Yaris, al posto del complice, ha trovato un carabiniere: è accaduto a Druento nella mattinata di mercoledì 13 dicembre, ma a catturare i ladri sono stati i carabinieri della Compagnia di Venaria allertati dai vicini di casa della vittima del tentato furto. Il giovane, un nomade, residente a Villanova Canavese ha agito insieme a due complici, una ragazzo e una ragazza.

Nei guai sono finiti Brendon Lagaren, 24 anni, di Nichelino, Vittorio Dellagaren, 25 anni, di Villanova Canavese e Daina Laforè, 25 anni, sempre di Villanova.

Quando si sono accorti dell’arrivo degli uomini dell’Arma i giovani hanno tentato la fuga, ma la Toyota è stata bloccata dai carabinieri. Il terzo complice si è allontanato a piedi, ma uno dei carabinieri è salito a bordo dell’auto e, seguendo le impronte, è giunto davanti a un bar dove il ladruncolo si era rifugiato.

Rinfrancato dalla vista dell’auto il ladro è salito a bordo pensando di trovare i complici e invece si è ritrovato seduto a fianco del brigadiere che lo ha bloccato.

Fine ingloriosa di un maldestro furto.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

15/12/2018

Rivarolo, autovelox nascosto in frazione Mastri ma solo per studiare gli automobilisti

La prevenzione passa attraverso la compresione del livello di civiltà e di ripsetto della legge dimostrata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

15/12/2018

Centinaia di pacchi dono confezionati dai soci del Rotary Cuorgnè e Canavese in nome della solidarietà

Anche quest’anno i soci del Rotary Club di Cuorgnè e Canavese e del Rotaract hanno dato […]

leggi tutto...

Chivasso

/

15/12/2018

Chivasso, mamma contro le maestre della materna: “Preferivo mio figlio pisciato che vestito di rosa”

Una baraonda. E tutto perche le maestre hanno fatto indossare a causa dell’esarimento dei pannolini a […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy