Vidracco: morì precipitando in un burrone. Indagato un dirigente dell’ex provincia

Vidracco

/

28/06/2016

CONDIVIDI

La procura di Ivrea sostiene che se in quel trato di strada fosse stato installato un guard-rail anzichè un basso cordolo in pietra, forse la vittim si sarebbe potuta salvare

Non fu soltanto una questione di fatalità: se sulla strada fosse stato installato un guard-rail forse Luigi Cantella, 74 anni, residente a Vigevano avrebbe potuto forse salvarsi. I fatti: la sera del 13 gennaio 2014, l’uomo che si era recato i Valchiusella a trovare il figlio quando la Peugeot che stava guidando precipitò in burrone che costeggia il tratto di strada compreso tra i comuni di Baldissero Canavese e Vidracco. L’incidente stradale ebbe un esito tragico. L’uomo perse la vita incastrato nell’abitacolo della sua auto e il suo corpo venne recuperato, non senza difficoltò dai vigili del fuoco, soltanto la mattina seguente. Per quell’incidente mortale la procura di Ivrea ha indagato il dirigente del Servizio Viabilità dell’ex provincia di Torino, che oggi fa capo alla Città Metropolitana con l’accusa di omicidio colposo. Il motivo? A giudizio della procura eporediese, se al posto del cordolo in pietra alto una trentina di centimetri fossero state installate protezioni adeguate, quella morte avrebbe potuto forse essere evitata.

In seguito a quell’incidente la famiglia si è affidata ai legali che hanno richiesto l’intervento dell’autorità giudiziaria che, sulla tragedia, ha aperto in fascicolo d’indagine affidato al pubblico ministero Chiara Molinari che ha disposto adeguati accertamenti per capire per quale ragione in quel tratto di strada incriminato, già teatro in passato di altri gravi incidenti era sprovvisto di barriere stradali. Anche il perito nominato dalla procura ha confermato che, dato che l’auto dell’anziano viaggiava a una velocità di circa 60 chilometri orari, se avesse urtato contro un guard-rail (che tuttora è assente nonostante le svariate richieste avanzate dallo stesso sindaco di Vidracco) non sarebbe precipitato nello strapiombo.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/08/2019

Firmato in Regione l’accordo per incentivare il ritorno degli immigrati nei Paesi d’origine

Vuole dare impulso al rimpatrio volontario assistito il progetto sperimentale contenuto in un accordo firmato il […]

leggi tutto...

20/08/2019

Ceresole, afflusso record di turisti. Il vicesindaco Mauro Durbano: “Merito di tutto il paese”

Ottimi risultati per la stagione turistica a Ceresole. Tantissime le presenze registrate e numerosi gli eventi […]

leggi tutto...

20/08/2019

Canavese: Poste Italiane investe nel decoro urbano e nei servizi destinati ai piccoli comuni

Sei nuovi Atm Postamat installati, 15 barriere architettoniche abbattute, 34 paesi interessati dal progetto “decoro urbano”, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy