Venaria, la Corte dei Conti condanna l’ex direttore dei beni architettonici della Reggia Sabauda

Venaria

/

27/07/2017

CONDIVIDI

Francesco Pernice dovrà risarcire la pubblica amministrazione per irregolarità commesse negli anni 2011 e 2012

Per la Corte dei Conti di Torino ritinteggiare e realizzare opere di ristrutturazione in casa propria, se i lavori sono eseguiti da un imprenditore al quale sarebbero stati promesse agevolazioni in gare d’appalto, sono da considerarsi una tangente: ed è con questa motivazione che la Corte dei Conti di Torino ha condannato Francesco Pernice, l’ex direttore del settore “Conservazione dei beni architettonici e impianti” del consorzio della Venaria Reale. Al termine dell’inchiesta penale Francesco Pernice aveva patteggiato 23 mesi di reclusione.

Di conseguenza, per i giudici amministrativi si crea un danno erariale alla pubblica amministrazione. La condanna è relativa a un’inchiesta condotta su una serie di presunte irregolarità commesse negli anni 2011-2012 negli appalti per restauri e altri lavori eseguiti nella Reggia sabauda.

Francesco Pernice era accusato di corruzione e la Corte dei Conti ha ritenuto, sulla base di casi similari che hanno fatto giurisprudenza, ha ritenuto sia stato commesso un  “danno da tangente” anche per la pubblica amministrazione.

Un danno che dovrà essere risarcito dall’ex direttore. La Corte ha condannato Pernice a versare al Consorzio 164mila euro.

Dov'è successo?

Leggi anche

Belmonte

/

26/03/2019

Belmonte, spenti gli ultimi fuochi. Chiamparino: “Grazie ai volontari Aib e ai vigili del fuoco”

Spenti gli ultimi focolai nella collina di Belmonte sembra essere tornata la quiete dopo un giorno […]

leggi tutto...

Banchette

/

26/03/2019

Banchette: il bambino non è in regola con le vaccinazioni obbligatorie. Espulso dall’asilo

Non era in regola con le vaccinazioni ed è stato espulso dall’asilo per la seconda volta […]

leggi tutto...

Lanzo

/

26/03/2019

Lanzo: dopo il litigio 21enne minaccia due coinquilini. Arrestato e condannato a 5 mesi

Dopo l’ennesimo litigio con i coinquilini era stato sopraffatto dalla rabbia, aveva impugnato un coltello con […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy