Venaria: bimbo di 4 anni rimane con la testa incastrata nell’inferriata. Salvato dai vigili del fuoco

21/07/2019

CONDIVIDI

I pompieri hanno segato, con grande perizia, le sbarre e hanno liberato il piccolo che era in preda ad uno spavento indicibile

Un bambino di quattro anni è rimasto con la testa incastrata in una delle inferriate del circondano la Torre dell’Orologio che si trova in piazza della Repubblica a Venaria. E’ accaduto nella serata di ieri, sabato 20 luglio, intonorno alle 22,00, nei pressi della suggestiva Fontana del Cervo. Quando si è reso conto di esser erimasto con la testa incastrata tra le sbarre il bimbo ha iniziato a urlare attirando l’attenzione dei genitori che si trovavano nella piazza in compagnia di alcuni amici per una passeggiata serale.

Dopo aver tentato di estrarre la testa del figlio dall’inferriata romboidale i genitori hanno telefonato al 112 chiedendo l’intervento dei mezzi di soccorso. Sul luogo sono tempestivamente intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento volontario di Venaria, il personale sanitario della Croce Verde di Venaria e i carabinieri della locale Compagnia.

Con l’ausilio di un flessibile i pompieri hanno segato le sbarre dell’inferriata e hanno liberato il piccolo che è stato in seguito controllato, in via del tutto precauzionale dal personale medico della Croce Verde. Dopo tanta paura il bambino ha potuto riabbracciare i genitori. (Immagine di repertorio).

Leggi anche

20/10/2019

E’ di Levone il piccolo genio della matematica che a 11 anni ha sbaragliato migliaia di concorrenti

Frequenta la scuola media all’Istituto comprensivo di Caselle, lo studente 11enne di Levone che si è […]

leggi tutto...

20/10/2019

Leinì: la 23enne Denise è morta in un tragico incidente stradale. Il ricordo disperato del padre e degli amici

Denise Puglia, 23 anni, residente ad Alice Superiore in Val di Chy e Angelo Raffaele Torchia, […]

leggi tutto...

20/10/2019

Vische-Mazzè: banda di ladri fa saltare in aria due bancomat. I carabinieri sulle tracce dei malviventi

Intorno alle 1,30 circa della notte di domenica 20 ottobre,  a Vische e nella vicina Tonengo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy