Vandali a Cuorgnè: decapitata la statua del Bambino Gesù della Madonna della Rivassola

Cuorgnè

/

06/08/2017

CONDIVIDI

Sull'episodio che ha profondamente colpito i fedeli, indagano gli agenti della polizia municipale di Cuorgnè

Da molto tempo in quella nicchia ricavata in un muro, la Madonna della Rivassola e il Bambino Gesù che tiene in braccio, veglia su Cuorgnè: oggetto di devozione da generazioni, adesso è stata crudelmente sfregiata da qualche ignoto vandalo che non non trovato nulla di meglio da fare che decapitare il Bambino Gesù. Un gesto che non ha una spiegazione logica e che ha disorientato e addolorato i residenti di via Cesare Battisti a Cuorgnè che, da sempre, si prendono cura del simulacro religioso.

Il piccolo complesso statuario era stato restaurato di recente. Ad avvertire gli agenti della polizia locale sono stati residenti della via quando si sono accorti dell’atto vandalico. Il gesto sacrilego ha destato non poca sensazione anche in tutta la città. Il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto, che in quella via ha trascorso spensierato ore di gioco con i suoi coetanei, non usa mezze parole e condanna con vigore l’atto vandalico: “Sono cresciuto da piccolo in quei luoghi e la cosa mi rattrista ancor di più. La mancanza di rispetto e di educazione è impressionante, una concentrazione di idioti che non credo dipenda solo dal caldo intenso di questi giorni. Un appello ai tanti ancora dotati di senso civico: risvegliamoci da questo torpore che è durato sin troppo tempo”. Sono in corso gli accertamenti della polizia locale di Cuorgnè per risalire all’identità dei vandali.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/08/2019

Vestignè: esce dal cortile va in strada e viene travolto da un’auto. Bimbo di 5 anni grave in ospedale

Travolto da una Fiat Punto mentre si trovava sulla strada: un bambino di cinque anni di […]

leggi tutto...

17/08/2019

La vergogna del “Ponte Preti”: dopo tante promesse di interventi tutto è come prima

E’ trascorso un anno da quando il senatore castellamontese Eugenio Bozzello indisse una raccolta di firme […]

leggi tutto...

17/08/2019

Scatta l’allarme al canile di Caluso per sedici cani ammalati di leptospirosi. Due sono deceduti

Tra i 32 cani provenienti da un’azienda agricola della Val di Chy, alcuni erano affetti da […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy