Valsoana: a Ingria “Una Montagna di qualità” valorizza la filiera commerciale e turistica locale

Ingria

/

24/10/2018

CONDIVIDI

Dalle 9.30 presso il salone pluriuso di Via Capoluogo si parlerà del valore del marchio ministeriale identificativo del regime di qualità "Prodotto di Montagna"

“Una Montagna di qualità” e i suoi preziosi tesori da valorizzare: domenica 28 ottobre a Ingria andrà in scena tutto ciò che concerne la filiera commerciale e i possibili sviluppi turistici della Castagna e dei prodotti d’eccellenza delle Valli. Dalle 9.30 presso il salone pluriuso di Via Capoluogo si parlerà del valore del marchio ministeriale identificativo del regime di qualità “Prodotto di Montagna”, riservato alle materie prime e agli alimenti maturati, trasformati e stagionati nelle zone montane.

Le tematiche e gli obiettivi condivisi saranno introdotti e sviluppati dagli interventi di: Andrea Cittadini (Studente del Politecnico di Torino e collaboratore dell’Associazione Dislivelli), Igor De Santis (Sindaco di Ingria), Marco Bussone (Presidente Nazionale dell’Uncem), Luigi Vezzalini (Coordinatore Tecnico dell’Ass.Nazionale Città del Castagno), Ivo Poli (Presidente dell’Ass.Nazionale Città del Castagno), Luigi Sinatora (Consigliere Regionale della Lega).

Alessandro Giglio Vigna (Onorevole della Lega alla Camera dei Deputati), commenta l’iniziativa Ingriese: “E’ l’ennesima “giornata-evento” di questo Comune di Montagna, che si conferma ancora una volta punto di riferimento turistico-amministrativo non solo delle Nostre Valli Canavesane, ma dell’intero contesto alpino Piemontese. Domenica avrò il piacere di presentare insieme agli altri relatori il nuovo marchio che identifica sia le materie prime che gli alimenti per animali che provengono essenzialmente dalla Montagna, comprese la stagionatura e la maturazione. Ciò rappresenta non solo uno strumento di marketing ma anche una ventata d’ossigeno per tutti gli operatori turistici e commerciali delle Nostre Valli, che tengono vive e fruttuose le zone più impervie, tramandando la tradizione agroalimentare di quella parte del Nostro Piemonte che nella prima parte del secolo passato era abitato fin nella più isolata frazione: il ripopolamento delle Nostre Valli può e deve passare soprattutto dai prodotti d’eccellenza”.

L’importanza di riconoscere il valore sociale, ambientale e turistico delle vallate canavesane sarà il focus tematico del convegno che si terrà alla mattina, mentre al pomeriggio si potranno gustare i preziosi frutti dei boschi Ingriesi (Ingria è stata riconosciuta dal 2015 ufficialmente come “Città del Castagno”) alla tradizionale Sagra della Castagna presso il padiglione gastronomico della Pro Loco di Ingria.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/11/2019

Rivarolo Canavese: gran festa per l’asilo nido “Il Girotondo” che compie quarant’anni di vita

Da quarant’anni assolve ininterrottamente alla sua funzione: quello di essere un punto di riferimento per intere […]

leggi tutto...

20/11/2019

Rivarolo Canavese: gli orafi e i metallurgici celebrano in grande stile la festa del patrono Sant’Eligio

Domenica 24 e lunedì 25 novembre a Rivarolo Canavese saranno celebrati i festeggiamenti in onore di […]

leggi tutto...

20/11/2019

Il consigliere canavesano Andrea Cane difende in Regione la presenza del Crocifisso nelle scuole

Torna attuale in Regione Piemonte la contrapposizione politica relativa alla presenza del crocifisso nelle scuole: a […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy