Valperga: raccolta differenziata in discesa. L’Amministrazione è pronta a far pagare salate multe

Valperga

/

26/05/2016

CONDIVIDI

Diversi residenti hanno segnalato al Comune presunti disservizi da parte della società incaricata di raccogliere e smaltire il pattume

Gli abitanti di alcuni comuni dell’Alto Canavese non amano molto la raccolta differenziata. Lo dimostra il fatto che la percentuale di raccolta si è ulteriormente abbassata, tanto che le amministrazioni comunali non nascondono la ,loro preoccupazione e chiedono maggiore collaborazione da parte dei residenti. A Valperga, tanto per fare un esempio, il sindaco Gabriele Francisca e il consigliere delegato all’Ambiente Monica Vallero, hanno preso carta e penna (per modo di dire) e hanno scritto una lettera indirizzata ai residenti invitandoli a impegnarsi di più.

I dati non lasciano adito a dubbi: anche a Valperga, com’era in precedenza successo a Castellamonte, si è passati dal 52,5% registrato nel mese di gennaio al 46,5% del marzo scorso. Che fare? L’amministrazione ha deciso di avviare alcune iniziative pilota per sensibilizzare gli abitanti sulle abitudini, sui comportamenti relativi agli abbandoni dei rifiuti e sulla verifica del contenitori. Aumentare la percentuale di raccolta indifferenziata dei rifiuti, non soltanto migliora la qualità dell’ambiente, ma incide sulla diminuzione dei costi legati alla raccolta e allo smaltimento, con conseguenti e positivi effetti sulla bolletta del servizio.

Il decremento della percentuale è un dato assodato, ma c’è da tener conto anche che in più occasioni i valperghesi hanno segnalato, anche sulla pagina facebook del comune, su presunti disservizi dell’azienda incaricata di svolgere il servizio. Segnalazioni che l’amministrazione ha puntualmente girato alla dirigenza della società. In ogni caso, se la situazione non dovesse migliorare, l’unica strada da percorrere rimane quella di comminare pensanti sanzioni amministrative nei confronti degli utenti inadempienti che non rispettano l’ambiente e che provocano un danno d’immagine ed economico all’intera collettività.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

19/10/2018

Ivrea-Chivasso: blocco dei veicoli inquinanti, manca la segnaletica. Niente multe fino all’installazione

Ivrea come Chivasso: il blocco alla circolazione delle auto auto euro o,1,2,e tre diesel ed euro […]

leggi tutto...

Ivrea

/

19/10/2018

Asl T04: Massimo Rosa e Fabio Stefano Timeus sono i nuovi direttori di Psichiatria e Pediatria

Massimo Rosa, 61 anni, è il nuovo Direttore della Struttura Complessa Salute Mentale Chivasso. Dopo la […]

leggi tutto...

Caselle

/

19/10/2018

Caselle: la Finanza sequestra un milione e mezzo di euro grazie al fiuto del cane “Escos”

Ammonta ad oltre un milione e mezzo di euro la valuta contante non dichiarata intercettata dalla […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy