Valperga, l’opposizione organizza una raccolta firme: “No alla chiusura della filiale Unicredit”

Valperga

/

06/11/2017

CONDIVIDI

I consiglieri di minoranza Davide Brunasso e Giuliano Arimondo polemizzano: "Il sindaco Francisca sapeva, ma non ha fatto nulla per impedire la chiusura dello sportello bancario"

L’istituto bancario Unicredit ha annunciato di voler chiudere entro la fine del corrente mese di novenre la filiale di Valperga, lo sportello bancario del paese? E per sccongurare la chiusura e convincere la banca a fare un passo indietro, i consiglieri comunli di minoranza Davide Brunasso e Giuliano Arimondo hanno avviaato una raccolta di firme.

Sotto il fuoco di fila delle pomemiche della minoranza è ancora una volta il sindaco di Valperga Gabriele Francisca che, a detta dei due consiglieri di opposizione, conosceva le intenzioni di Unicredit, ma non avrebbe fatto nulla per scongiurare la chiusura dello sportello bancario. Una chiusura che rappresenta una vera e propria jattura per la popolazione valperghese, in special modo quella anziana e per l’intera economia del paese.

Giuliano Arimondo e Davide Brunasso sottolineano come il primo cittadino abbia espresso il suo vivo stupore e un profondo rammarico, quando sapeva bene cosa sarebbe accaduto e non ha ritenuto opportuno coinvolgere e informare il consiglio comunale. La polemica politica si fa rovente: c’è da dire che fin dal giorno della sua elezione a sindaco di Valperga, la minoranza non è mai stata tenera nei confronti di Gabriele Francisca e più volte ha denunciato come l’adozione di alcuni provvedimenti da parte dell’amministrazione comunale, sottolineino la presunta incompatibilità tra la carica ricoperta e le delibere approvate a maggioranza. Nei prossimi giorni i moduli per la petizione verranno distribuiti negli esercizi comunali del paese.

Lo scopo della raccolta firme, ammesso che possa servire a qualcosa, è quello di fare in modo che Unicredit acconsenta a tenere aperto lo sportello dove effettuare le operazioni bancarie almeno per alcuni giorni la settimana come già accade in altri comuni canavesani dove la banca ha deciso prima di chiudere e poi di mantenere in vita il servizio all’utenza.

Dov'è successo?

Leggi anche

22/02/2018

Caselle, torna il parcheggio a pagamento. Adesso si potranno usare bancomat e carta di credito

A Caselle, dopo mesi di parcheggio libero e a volte caotico, tornano le strisce blu: dal […]

leggi tutto...

22/02/2018

Salerano: Ottino si dimette da sindaco, il prefetto scioglie il consiglio e commissaria il comune

Lascia l’Italia per raggiungere la famiglia in Portogallo e Salerano, comune di poco più di 500 […]

leggi tutto...

22/02/2018

Borgaro: i vandali danneggiano il monumento del Grande Torino. Ed è polemica

Non c’è limite all’imbecillità e non c’è limite alla mancanza di rispetto per la memoria dei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy