Valperga: i ladri prendono a picconate il bagno del bar, ma scatta l’allarme e scappano a mani vuote

14/04/2018

CONDIVIDI

Il sistema d'allarme ha vanificato gli sforzi dei malviventi che sono fuggiti senza lasciare traccia. Ingenti i danni

Il piano era stato probabilmente studiato nei minimi dettagli, ma non aveva tenuto conto dell’entrata in funzione del sistema di allarme: ed è questa la causa che ha fatto fallire un furto che una banda di ladri aveva pianificato ai danni dei gestori del bar “Route 66” che si trova nella stazione di servizio “Petroltermica” che costeggia la ex strada statale 460 a Valperga. I banditi hanno agito nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 aprile: hanno neutralizzato la telecamere di sorveglianza e hanno preso a picconate il muro del bagno per i disabili. Poi hanno cercato di entrare nel locale sfondando due finestre della cucina del locale pubblico usando, per salire, due cassonetti dell’immondizia.

Il sistema d’allarme è comunque scattato e i malviventi non hanno potuto fare altro che darsi alla fuga. I danni sono ingenti, anche se non sono stati ancora quantificati. Sul luogo del tentato furto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Ivrea che, dopo aver acquisito le immagini registrate dalla telecamera prima che fosse messa fuori uso, hanno iniziato le indagini per risalire all’identità dei ladri.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

16/08/2018

Mamma canavesana di 33 anni, incinta di sette mesi, muore nel sonno per arresto cardiocircolatorio

Aveva soltanto 33 anni Alessandra Fausti, canavesana di nascita ma residente a Carpenedolo, località in provincia […]

leggi tutto...

Caravino

/

16/08/2018

Orrore a Caravino: uccisa a fucilate una cucciola di San Bernardo. Lo sdegno del popolo del web

Una cucciola di otto mesi di razza San Bernardo è stata uccisa da un colpo di […]

leggi tutto...

Strambinello

/

16/08/2018

Il senatore Eugenio Bozzello lancia una petizione sul web per bloccare il traffico pesante sul Ponte Preti

Una petizione on line con l’obietivo di chiedere e ottenere la messa in sicurezza del “famigerato” […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy