Valli di Lanzo in lutto per la scomparsa a 71 anni, di don Vittorio Perotti, parroco di Coassolo

Fiano

/

19/03/2019

CONDIVIDI

Il sacerdote è stato stroncato da un malore durante la notte. A scoprire il decesso sono stati, nella mattinata di domenica 17 marzo, alcuni parrocchiani. Inutile ogni soccorso. Mercoledì 20 marzo alle 15,00 i funerali nella chiesa di Fiano

Valli di Lanzo in lutto per l’improvvisa scomparsa di don Vittorio Perotti parroco di Coassolo. Il sacerdote, originario di Fiano, aveva 71 anni. I funerali avranno luogo domani, mercoledì 20 marzo, alle ore 15,00 nella chiesa di San Desiderio di Fiano. La cerimonia funebre sarà celebrata dal monsignor Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino. Don Vittorio Perotti era stimato e particolarmente amato per il suo carattere gioviale e per la sua vicinanza ai deboli e ai giovani.

Il parroco è stato stroncato da un malore improvviso. A scoprire il cadavere, disteso sul letto, sono , stati alcuni fedeli nella mattinata di domenica 17 marzo, preoccupati per il fatto che il sacerdote non si era ancora presentato in chiesa per celebrare la messa. E sono stati gli stessi parrocchiani a chiamare i soccorsi.

Perotti venne ordinato sacerdote dal cardinale Pellegrino il 16 settembre 1972 ed esercitò il ministero sacerdotale a Ciriè, Fiano e a Mezzenile fino a quando, il 3 novembre 1996 venne nominato vice postulatore della causa di beatificazione di Maria Orsola Bussone.

Maria Orsola Bussone trascorse l’infanzia nel suo paese, Vallo Torinese, in provincia e diocesi di Torino. Il 2 giugno 1967 partecipò, insieme alla famiglia e a un gruppo di parrocchiani, al primo raduno del Movimento parrocchiale, diramazione del Movimento dei Focolari, presso il Centro Mariapoli di Rocca di Papa. Fu il suo primo incontro con quella spiritualità, che cambiò il suo modo d’intendere l’impegno parrocchiale e la vita stessa. Il 10 luglio 1970, durante un campo estivo a Ca’ Savio (Venezia), morì colpita da una scarica elettrica, mentre si asciugava i capelli con un phon. Aveva quindici anni e nove mesi.

La sua causa di beatificazione è iniziata il 26 maggio 1996 e il 17 dicembre 2000, si è conclusa la fase diocesana. Dal 2 ottobre 2004 le sue spoglie mortali riposano nella chiesa parrocchiale di San Secondo martire a Vallo Torinese, il luogo della sua crescita e della sua formazione. Il 18 marzo 2015 papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto con cui Maria Orsola Bussone è stata dichiarata Venerabile.

Leggi anche

23/02/2020

Emergenza Coronavirus, annullato il Carnevalone di Chivasso. Scuole e asili nido chiusi fino al 1° marzo

Cancellato. Il Carnevalone di Chivasso, previsto per domenica 1° marzo è stato cancellato a causa dell’emergenza […]

leggi tutto...

23/02/2020

Emergenza Coronavirus: il sindaco Stefano Sertoli sospende lo storico Carnevale di Ivrea

Sospeso per effetto dell’ordinanza emessa in giornata odierna dal presidnete della Regione Piemonte Alberto Cirio. Anche […]

leggi tutto...

23/02/2020

Leinì: si schiantano al ritorno dal Carnevale di Ivrea. In ospedale una coppia di giovani

Leinì: si schiantano al ritorno dal Carnevale di Ivrea. In ospedale due ragazzi poco più che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy