Valle Orco: acqua inquinata a Noasca. Ceresole torna alla normalità

Noasca

/

10/08/2015

CONDIVIDI

Sospesa l'erogazione idrica a turisti e residenti. Un'autobotte della Smat sta provvedendo all'approvvigionamento

E’ uno degli effetti del violento nubifragio che ha flagellato nella mattinata di ieri tutta l’Alta Valle Orco. A Noasca l’acqua potabile è inquinata.

A causa del maltempo una della vasche di raccolta dell’acqua che rifornisce il paese è stato sporcata da fango e terriccio. L’erogazione è stata sospesa lasciando senz’acqua turisti e residenti. La Smat, società torinese che gestisce la rete idrica, ha invito un’autobotte per poter consentire l’approvvigionamento almeno fino a mercoledì prossimo.

Il sindaco di Noasca, Domenico Aimonino, ha assicurato che la situazione è del tutto sotto controllo. In Borgata Chiapili a Ceresole Reale, la situazione è tornata lentamente alla normalità, dopo l’esondazione causata dalle copiose precipitazioni piovose del rio Nel e del torrente Orco.

Nessun problema, quindi, per i tanti campeggiatori che hanno scelto questo suggestivo angolo del versante piemontese del Gran Paradiso per trascorrere le vacanze estive. Spostate le tende più vicine al greto del corso acqua, il campeggio non corre, al momento, nessun rischio.

Dov'è successo?

Leggi anche

San Francesco al Campo

/

10/12/2017

San Francesco al Campo: ritrovate vuote le casseforti rubate che contenevano le pistole della polizia locale

Le ricerche dei carabinieri hanno dato i loro frutti: le due casseforti blindate che nei giorni […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

10/12/2017

Castellamonte: le poesie della cuorgnatese Rosanna Frattaruolo aiuteranno i bimbi vittime di violenza

Nella serata di giovedì 7 dicembre presso la sala congressi Pietro Martinetti di Castellamonte, è stata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

10/12/2017

Cuorgnè: la sezione marinai ha commemorato sotto la neve i caduti periti sulle navi da guerra

Anche quest’anno la sezione cittadina dei Marinai di Cuorgnè ha voluto onorare i propri caduti: forse […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy