Una rete per aiutare le donne vittime della violenza

Caluso

/

24/06/2015

CONDIVIDI

Sei comuni hanno aderito all'iniziativa denominata "Posto occupato" promossa dalla Rete delle Donne di San Maurizio Canavese

Assistere le donne vittime di violenza. E’ la mission dei servizi socio-assistenziali dell’Asl To4 di Chivasso, Ciriè e Ivrea che in quattro anni hanno aiutato oltre un migliaio di donne.

I numeri sottolineano, se ve ne fosse bisogno la fondamentale importanza di questo servizio e le dimensioni allarmanti di un fenomeno spesso sottaciuto o sottovalutato. A Caluso, ad esempio, nel 2014, il Ciss-Ac ha seguito nove donne, molte delle quali con figli minorenni, per la maggior parte italiane.

Nel primo semestre di quest’anno sono cinque. In questo contesto i comuni di Strambino, San Giorgio, San Martino, Caluso, Mazzè e Vialfrè, hanno aderito all’iniziativa denominata “Posto Occupato” promossa dall’associazione Donne di San Maurizio Canavese.

Lo scopo è quello di creare una rete per sostenere le donne vittime di violenza per evitare che si sentano sole e abbandonate dalle istituzioni.

Leggi anche

Valperga

/

17/01/2019

Valperga: con lo spettacolo “Dite…Dite” va in scena lo spirito che avvicina a Belmonte e al suo Miracolo

A Valperga domenica 20 gennaio va in scena al teatro Comunale “Fernandi” in via Verdi 7 […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

17/01/2019

Atletica leggera Canavesana: Laura Oberto e Marco Spiezia “brillano” nel Pentathlon

Rientro con i fiocchi per Laura Oberto che dopo quattro anni si è ritesserata nella sua […]

leggi tutto...

Borgaro

/

17/01/2019

Borgaro: rubano il contenitore con le mance dei clienti. Il barista posta le immagini su Facebook

Le due donne sono entrate all’interno del bar e approfittando della confusione causato dall’affluso dei clienti […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy