Rivara, i genitori di Gloria si sono recati a pregare nel luogo dove fu trovato il corpo della figlia

Rivara

/

20/02/2017

CONDIVIDI

Gli anziani genitori dell'ex insegnante di sostegno uccisa da Gabriele Defilippi e Roberto Obert, hanno visitato l'ex discarica dove fu nascosto il cadavere

Hanno portato, nella mattinata di domenica 19 febbraio, un mazzo di fiori rossi che hanno deposto sul coperchio del pozzetto dove era stata gettata, con assoluto spregio, la figlia assassinata da Gabriele Defilippi e Roberto Obert.

A poco più di un anno di stanza dalla orribile morte di Gloria Rosboch, gli anziani genitori Marisa Mares ed Ettore Rosboch si sono recati in località Rossetti di Rivara dove è stato trovato, su indicazione di Roberto Obert, un mese dopo l’omicidio, il corpo seminudo dell’ex insegnante di sostegno di Castellamonte. I genitori di Gloria erano accompagnati dall’avvocati di famiglia Stefano Caniglia e dai carabinieri.

Si è trattato di un momento di indicibile dolore e commozione. Gli anziani genitori di Gloria Rosboch hanno dato prova, ancora una volta, di grande coraggio perchè visitare quel luogo desolato e simbolo di un’efferatezza che non ha spiegazioni, ha rinfocolato un dolore sordo che è sempre vivo e che i genitori dei Gloria hanno sempre affrontato con grande dignità e riservatezza.

Gli assassini della figlia, Gabriele Defilippi, 22 anni e Roberto Obert, 56 anni, di Forno Canavese, hanno chiesto al Gup di poter accedere al rito abbreviato. Efisia Rossignoli, la donna che telefonò a Gloria, spacciandosi per direttrice d banca allo scopo di convinvere l’ex insegnante ad affidare a Gabriele i 187 mila euro, indagata per truffa, ha chiesto il patteggiamento della pena. Soltanto Caterina Abbattista, 49 anni, madre dei Gabriele Defilippi, ha scelto di ricorrere al rito ordinario con la convinzione di poter dimostrare in aula la propria estraneità al delitto.

Ieri, domenica 19 febbraio, sono scaduti i termini per la carcerazione. Caterina Abbattista dovrà osservare l’obbligo di dimora e risiedere nell’abitazione del compagno Silvio Chiappino dalle 20,00 alle 7,00 del mattino. Per il resto è libera di muoversi a Gassino Torinese, il centro abitato che sorge nella collina torinese.

Dov'è successo?

Leggi anche

Cuorgnè

/

15/12/2017

Cuorgnè: nuovo sito web in Comune per facilitare il rapporto degli utenti con la pubblica amministrazione

Dal 13 dicembre è on line il nuovo sito web del Comune di Cuorgnè realizzato secondo […]

leggi tutto...

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea, niente sale sulle strade ghiacciate: un centinaio di persone finisce in pronto soccorso

Oltre un centinaio di persone sono transitate nella giornata di ieri, giovedì 14 dicembre, nel pronto […]

leggi tutto...

Ivrea

/

15/12/2017

Ex dipendente dell’Olivetti scompare nel nulla da anni. La procura accusa il fratello di averlo ucciso

La procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio di Salvatore Angemi, 55 anni, di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy