“Un crocifisso in ogni stanza dell’ospedale”. E a Chivasso esplode, virulenta, la polemica politica

Chivasso

/

06/06/2019

CONDIVIDI

La direzione generale dell'Asl T04 difende la decisione della direzione sanitaria: "I crocifissi ci sono sempre stati. Ma se a qualche degente darà fastidio lo rimuoveremo"

La direzione sanitaria in un ordine di servizio dispone che in ogni stanza dell’ospedale debba essere apposto un crocefisso e subito esplode, virulenta, la polemica. “Si comunica che a partire dal 10 giugno verranno posizionati presso tutte le stanze di degenza del presidio i crocefissi. Si raccomanda la massima disponibilità di accesso affinché la manutenzione possa svolgere in tempi brevi il compito di posizionamento. Si ringrazia per la collaborazione” si legge nella lettera firmata dal direttore sanitario dell’ospedale di Chivasso Alessandro Gerardi.

E sui social fioccano commenti salaci e polemici da parte di esponenti politici radicali e di sinistra. In un post sul suo profili social Marco Grimaldi di Leu, che ha pubblicato la nota di servizio, va giù duro: “Un meccanismo penoso. Più della laicità, dei decreti regi, delle tante sentenze mai definitive su questa vicenda, ciò che è penoso è questo meccanismo. Bacia il rosario, appendi il crocifisso e, il giorno stesso, magari spiegaci anche che la colpa di questa crisi è di chi scappa dalla guerra e dalla miseria. Non ci rassegneremo a sto schifo, e tanti credenti e non credenti su questo la pensano allo stesso modo”.

Sulla vicenda interviene Lorenzo Ardissone, direttore generale dell’Asl T04: “I crocifissi ci sono sempre stati. Abbiamo pensato di sostituirli perchè alcuni si erano rotti durante i lavori di ristrutturazione dell’ospedale. Ma se qualcuno dei degenti si offende siamo disposti all’eventuale rimozione”. Il dirigente medico ed esponente storico dei Radicali che con Marco Panella ha condotto numerose battaglie politiche, esprime, sempre sui social, con ironia il proprio pensiero: “C’è sempre qualcuno più Salviniano di Salvini. Chissà se farà mettere anche un rosario appeso ai letti. Il messaggio è chiaro: in questo ospedale non ti resta che affidarti a Cristo”.

Leggi anche

06/12/2019

Scarmagno: un Tir e un’auto coinvolti in un tremendo schianto sull’A5. Ferito 19enne di Ivrea

Un’auto completamente distrutta e un ferito: è il drammatico bilancio di in grave incidente stradale che […]

leggi tutto...

06/12/2019

Alle Officine H di Ivrea l’Asl T04 ospita il convegno annuale dei neurologi ospedalieri del Nord Italia

L’Asl T04 ospita il Convegno annuale tri-regionale (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta) della Società Italiana di Neurologia […]

leggi tutto...

06/12/2019

Montestrutto: la pittoresca frazione di Settimo Vittone si trasforma in un grande presepe a cielo aperto

Nove anni fa due appassionati hanno iniziato a fare presepi artigianali nelle proprie cantine, tutte rigorosamente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy