A Torino il primo contagiato dal coronavirus. Ad Asti una giovane in isolamento in ospedale

22/02/2020

CONDIVIDI

La Regione Piemonte conferma che sono 15 le persone in Piemonte che si trovano sotto stretta osservazione sanitaria: tra questi vi sono i famigliari e i medici che per primi hanno visitato il paziente contagiato dal "paziente 1" di Codogno

C’è un primo contagiato dal coronavirus in Piemonte: è in uomo di 40 anni che ha partecipato alla corsa podistica che ha avuto luogo a Porofino insieme al “paziente 1”, il 38enne di Codogno che ha infettato altre persone. La notizia è confermata nella sala operativa della Protezione Civile nel corso di una conferenza stampa le autorità sanitarie della Regione Piemonte. L’assessore alla Sanità della Regione Piemonte Luogi Icardi ha confermato che l’infettato ha la febbre ma non è in pericolo di vita e rimane in isolamente all’ospedale “Amedeo di Savoia” di Torino.

La Regione Piemonte conferma che sono 15 le persone in Piemonte che si trovano sotto osservazione: tra questi vi sono i famigliari e i medici che per primi hanno visitato il paziente contagiato. Una podista astigiana è ricoverata nel reparto malatte infettive dell’ospedale di Asti. Pare che anche la giovane abbia gareggiato in una corsa podistica insieme all’uomo di 38 anni di Codogno.

Il presidente della Regione Alberto Cirio afferma che “negli ospedali si stanno predisponendo dei percorsi speciali separati per chi presenti una sintomatologia sospetta. Inoltre stiamo comprando delle attrezzature che ci permetteranno di dimezzare il tempo del responso, che passerà alle attuali sei ore a tre ore”.
L’assessore alla Sanità Luigi Icardi ha sottolineato l’importanza di promuovere comportamenti virtuosi, raccomandando a chi manifesti sintomi di febbre e tosse e avesse avuto contatti con persone rientrate recentemente dalla Cina o con casi di sospetto contagio di chiamare il 1500 o 112 e attendere in casa le istruzioni. I servizi sanitari si faranno carico di valutare la situazione, caso per caso, anche a domicilio, garantendo le misure più appropriate.

Sulla vicenda interviene anche la consigliera regionale del M5S Francesca Frediani: “Abbiamo appreso dai quotidiani che nella giornata di ieri in Assessorato alla sanità si è svolta una riunione dell’unità di crisi per far fronte all’emergenza Coronavirus. Chiediamo che l’Assessore lunedì 25 febbraio venga a riferire in IV Commissione sugli sviluppi della situazione anche in considerazione di quanto sta avvenendo in Lombardia e Veneto.

Inoltre vogliamo rassicurazioni dall’assessore anche rispetto alle richieste dell’Ordine dei Medici che ha espresso la necessità di ricevere indicazioni univoche su come eventualmente gestire i casi. Necessario anche avere certezze rispetto al mettere a disposizione di tutti gli operatori sanitari interessati le necessarie attrezzature per espletare la loro attività in sicurezza anche in considerazione di quanto avvenuto in Lombardia dove tra i contagiati ci sono cinque tra medici e infermieri”.

Leggi anche

04/04/2020

Coronavirus: per la prima volta volta il numero dei guariti in Piemonte supera quello dei decessi

Trecentoquarantadue pazienti guariti, 546 in via di guarigione. Questo pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte […]

leggi tutto...

04/04/2020

L’annuncio di Cesare Nosiglia: nella vigilia di Pasqua Ostensione virtuale della Sacra Sindone

In occasione della Pasqua avrà luogo una straordinaria ostensione “virtuale” della Sacra Sindone. Sabato 4 aprile […]

leggi tutto...

04/04/2020

Buoni spesa a Torino: assalto al portale del Comune che è andato in crash. Migliaia le domande

Sono bastati pochi minuti per mandare in crash il sito del Comune di Torino in occasione […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy