Terrorismo: è decollato da Caselle l’aereo che ha riportato a Tunisi l’uomo che aveva contatti con Amri

Caselle

/

13/05/2017

CONDIVIDI

Il giovane proveniva da Catania ed è stato fermato a Torino da dove stava cercando di raggiungere la Francia

E’ decollato dall’aeroporto “Sandro Pertini” di Caselle alla volta di Tunisi l’areo che ha rimpatriato un cittadino tunisino rintracciato a Torino lo scorso 2 maggio e trattenuto nel Centro permanente per i rimpatri. Secondo il Viminale l’uomo avrebbe fornito ad Amri (nella foto), l’attentatore di Berlino ucciso nell’hinterland milanese da due agenti di polizia durante un conflitto a fuoco, un’utenza mobile italiana che sarebbe stata utilizzata nel 2015.

E non è tutto: il giovane tunisino avrebbe intrattenuto rapporti diretti con Amri nel periodo in cui si era trasferito in Germania.

Tra l’altro, sottolinea il Viminale, il giovane aveva stabilito contatti con altri soggetti definiti di orientamento radicale che avrebbero avuto il compito di fornire all’uomo il denaro necessario per attraversare clandestinamente il confine. Con questo rimpatrio forzato salgono a 42 le espulsioni effettuate da inizio del 2017Dal 2015 ad oggi sono in tutto 174 le persone sospette riportate nel Paese di provenienza.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/01/2018

Leinì, donna entra al Pam e ruba cinque bottiglie di champagne. Invece di fare festa è finita in carcere

E’ entrata nel centro commerciale Pam di Leinì già con l’intenzione di rubare quelle cinque bottiglie […]

leggi tutto...

16/01/2018

Favria, rivoluzione in Comune. Parte l’informatizzazione degli uffici. Investiti 59mila euro

Il Comune di Favria ha avviato un progetto di informatizzazione degli uffici comunali che andrà avanti […]

leggi tutto...

16/01/2018

Ivrea, i teppisti riempiono di schiuma le auto in sosta. La Lega Nord: “In città troppi atti vandalici”

Troppi atti vandalici in città e la Lega Nord Canavese ritiene che sia ora di porre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy