Strambino, tentava di rubare rame alla stazione ferroviaria. Condannato per direttissima a 4 mesi

Strambino

/

14/11/2017

CONDIVIDI

I carabinieri hanno sorpreso un uomo di 46 anni che stava tentando di scassinare una cabina di deviazione elettrica per impossessarsi di un grosso cavo in rame

I carabinieri della Stazione di Strambino hanno arrestato in flagranza di reato C.I.V., rumeno di 46

anni, per tentato furto aggravato. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, sabato mattina è stato sorpreso da una pattuglia di militari mentre in prossimità della stazione ferroviaria di Strambino cercava di forzare con arnesi da scasso la cabina “trasmetti chiave” di un deviatoio dell’apparato elettrico che alimenta la rete ferroviaria delle Ferrovie dello Stato, tentando così di impossessarsi di un cavo di rame di circa 400 metri, del valore stimato intorno ai 1.200 euro.

Bloccato dai carabinieri, è stato accompagnato in caserma, dove è stato dichiarato in arresto. Subito dopo la convalida dell’arresto tenutasi innanzi al Gip di Ivrea nella mattinata di lunedì 3 novembre, si è tenuto il processo con rito direttissimo, a conclusione del quale l’uomo è stato condannato, con patteggiamento, alla pena di 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa, con la concessione del beneficio della sospensione condizionale della pena.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

21/09/2019

Rivarolo Canavese: coinvolti in un incidente stradale una ciclista e un “centauro”. Non sono gravi

Due feriti, per fortuna non gravi: è il bilancio di un incidente stradale nel quale sono […]

leggi tutto...

21/09/2019

Venaria: arrestato un pusher che spacciava il “Krokodril”, la droga che provoca cancrene mortali

Si chiama “Krokodil” l’ultima, devastante droga, apparsa sul mercato internazionale. Si ricava dalla codeina e viene […]

leggi tutto...

21/09/2019

Lanzo: perde il controllo dell’auto e sfonda la recinzione della Torino-Ceres. Traffico bloccato per due ore

Dopo aver perso, per cause ancora in via di accertamento il controllo della Toyota Yaris che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy