Strambino: investe un anziano con la bici da corsa. E’ caccia aperta al ciclista “pirata”

Strambino

/

13/08/2017

CONDIVIDI

E' accaduto lo scorso 8 agosto. Il pensionato di 76 anni ha riportato, nella caduta, la frattura del femore sinistro.Il ciclista è fuggito dopo l'incidente

E’ ancora caccia aperta al pirata della strada che, lo scorso martedì 8 agosto, sarebbe stato travolto da un ciclista amatoriale: il pensionato Giuseppe Giacolono, 76 anni, residente a Strambino, stava percorrendo via di Mezzo, in frazione Cerone di Strambino, per recarsi a comperare il pane come fa ogni mattina nel negozio alimentari della frazione.

L’anziano stava camminando tranquillamente camminando sul ciglio della strada quando è sopraggiunto il ciclista che lo ha investito con la bicicletta da corsa.

Nell’urto il pensionato è caduto a terra fratturandosi il femore di una gamba. Pare che con lui sia caduto il ciclista che, dopo essersi rialzato, è fuggito lasciando a terra l’investito. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni passanti che hanno prestato a Giuseppe Giacolono le prime cure: il personale sanitario della Croce Rossa ha trasportato il ferito al pronto soccorso dell’ospedale di Ivrea dove, a esami ultimati, è stata riscontrata all’anziano la frattura del femore sinistro.

Approfittando della confusione il ciclista, che inossava un completo abbigliamento sportivo da corridore, è risalito in sella e si è dileguato. Il 10 agosto è stata sporta denuncia.

I carabinieri, da allora, sono alla ricerca del ciclista “pirata” che è fuggito senza soccorrere la vittima dell’incidente come, invece, avrebbe dovuto fare.

Leggi anche

Leinì

/

18/10/2018

Leinì: avevano una villa abusiva e rubavano energia elettrica. I carabinieri denunciano due nomadi

Era tutto abusivo: la villa, una baracca e un prefabbricato che serviva da servizio igienico. A […]

leggi tutto...

Ivrea

/

18/10/2018

Morti Olivetti: tutti assolti perchè il fatto non sussiste. La Corte d’Appello: non ci sono prove per condannare

Non ci sono prove sufficienti per provare la responsabilità dei vertici Olivetti dei dirigenti dell’azienda in […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

18/10/2018

“Canavesana” più sicura: Regione e Rfi firmano il protocollo sicurezza. Lavori in tempi rapidi

Verrà firmato a breve il protocollo tra Regione Piemonte e Rfi che consentirà di dare il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy