Strambino, domattina l’autopsia sul corpo della giovane annegata nel lago

Strambino

/

01/09/2015

CONDIVIDI

Il custode del laghetto è stato interrogato (non è indagato) dai carabinieri ma le sue versioni discordanti non convincono

Il decesso per annegamento di Anna Schnierereva, la giovane slovacca di 32 anni che, domenica pomeriggio, ha perso la vita nel laghetto artificiale Cignetti nella ex cava di frazione Crotte a Strambino, lascia ancora spazio a molti dubbi.

Domattina i medici legali eseguiranno l’autopsia sul corpo della donna. L’esame autoptico è stato disposto dal sostituto procuratore Chiara Molinari che sta indagando sulle cause del decesso. Per quella morte nessuno è stato ancora indagato: neanche il custode, un uomo di 44 anni che risiede a Druento che la donna aveva conosciuto la sera precedente la sua morte. Il custode è stato interrogato a lungo dagli investigatori, ma le versioni discordanti che ha fornito finora, non convincono gl’inquirenti.

Il giallo è ancora irrisolto: sembra che la donna che risiedeva a Ivrea, si sia immersa nell’acqua in preda ai fumi dell’alcol. Poi l’uomo si sarebbe allontanato, stando ad una delle versioni fornite ai carabinieri e quando è tornato ha ritrovato sulla riva gl’indumenti della donna. Di Anna, nessuna traccia.

Sono stati i sommozzatori dei Vigili del Fuoco a rinvenire sul fondale dello specchio d’acqua, il corpo della giovane. Dopo essere stata portata a riva, i medici del 118 hanno tentato di rianimarla per mezz’ora. Ogni tentativo si è rivelato vano. Adesso la parola passa al medico legale. L’esame forse potrà fornire elementi utili alle indagini. La vittima, lo scorso mese di luglio, aveva già tentato di togliersi la vita gettandosi nelle acque della Dora. Il tempestivo e coraggioso intervento dei pompieri, in quella occasione, le avevano salvato la vita.

Leggi anche

21/01/2020

Approvato all’unanimità il conferimento del Sigillo della Regione Piemonte alla senatrice Liliana Segre

E’ stata votata ed approvata all’unanimità in Consiglio Regionale la proposta di conferire, ai sensi degli […]

leggi tutto...

21/01/2020

Karate: il 2020 inizia sotto i migliori auspici per la Rem Bu Kan di Rivarolo che si fa onore a Cavallermaggiore

Il 2020 è iniziato sotto i migliori auspici per la Rem Bu Kan di Rivarolo Canavese, […]

leggi tutto...

21/01/2020

Front: ferito in un incidente noto gallerista d’arte, proprietario del castello di Rivara

È uscito di strada, per cause ancora in via di accertamento, mentre era al volante della […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy