Strambino: chiuse le indagini per la morte della donna annegata nel lago. Indagato il custode

Strambino

/

09/09/2017

CONDIVIDI

L'accusa mossa dalla procura di Ivrea nei confronti del custode della ex cava di frazione Crotte è di omicidio colposo. Il bagno era vietato e la donna era ubriaca

La procura di Ivrea ha concluso le indagini riguardanti la morte di Anna Schniererova. La donna di 32 anni, ritrovata cadavere nell’agosto del 2015 nel laghetto di una cava in frazione Crotte di Strambino. Il fascicolo era stato aperto con l’ipotesi di reato di omicidio colposo. L’unico indagato per la morte della donna di origine ucraina è il custode della cava, un uomo di 44 anni residente a Druento.

Stando a quanto è emerso dalle indagini condotte dai carabinieri, la giovane donna sarebbe morta annegata dopo essersi tuffata, da ubriaca nelle acque del laghetto. L’uomo è indagato per omicidio colposo: è accusato di aver tenuto “una condotta omissiva” nel consentire l’ingresso nelle ex cava a una persona non tesserata e permettendo alla donna di fare il bagno in uno specchio d’acqua sottoposto a divieto di balneazione.

Gli esami di laboratorio compiuti dai medici legali hanno accertato che al momento del decesso Anna Schniererova aveva nel sangue u n tasso di alcol pari a 3,5 milligrammi per litro. E non è tutto: il fatto che il custode non abbia subito raccontato agli investigatori la verità su come sarebbe andate lo cose. L’uomo aveva telefonato ai carabinieri soltanto alcune ore dopo la morte della donna e soltanto dopo essersi confidato con cui amici che gli hanno consigliato di raccontare tutto ai carabinieri.

Stando alla sua versione Anna Schniererova avrebbe fatto il bagno nonostante le sue raccomandazioni e, soprattutto in un momento in cui si era assentato dal luogo della tragedia.

Dov'è successo?

Leggi anche

Castellamonte

/

24/11/2017

Castellamonte, in biblioteca il laboratorio creativo per trasformare in doni gli oggetti riciclati

E’ dedicato alle imminenti feste natalizie il laboratorio creativo dal titolo “Aspettando il Natale…” per bambini […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

24/11/2017

Liceo linguistico al “Moro” di Rivarolo: è finalmente arrivato l’assenso della Città Metropolitana

L’Istituto di Istruzione Superiore “Aldo Moro” di Rivarolo Canavese potrà contare dal prossimo anno scolastico, su […]

leggi tutto...

Caselle

/

24/11/2017

La procura ha incaricato il casellese Mauro Esposito di far luce sulla tragedia di piazza San Carlo

Sarà l’architetto casellese Mauro Esposito, l’imprenditore casellese  testimone di giustizia che ha svelato la presenza della […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy