Storico Carnevale di Ivrea: la Fondazione ringrazia quanti hanno contributo allo straordinario successo

Ivrea

/

03/03/2017

CONDIVIDI

Il sentito ringraziamento della Fondazione a personaggi, volontari, operatori, collaboratori, componenti, aranceri, eporediesi e non, forze dell'ordine e Croce Rossa, pronto soccorso, istituzioni e amministrazione comunale

Una manifestazione da record. Ed è per questa ragione che la Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea desidera ringraziare tutte le persone che a diverso titolo sono state coinvolte nella realizzazione di questa edizione: personaggi, volontari, operatori, collaboratori, componenti, aranceri, eporediesi e non, forze dell’ordine e Croce Rossa, pronto soccorso, istituzioni e amministrazione comunale. Il Carnevale è una macchina complessa che muove migliaia di persone che oltre a garantire la propria professionalità offrono tempo e dedizione, spesso anche i propri spazi. Un ringraziamento dovuto anche nell’ottica di un Carnevale sempre migliore e più coinvolgente.

“Iniziamo dagli eporediesi che come ogni anno si sono dimostrati estremamente generosi nel mettere a disposizione attività commerciali, case e balconi per gli imbandieramenti, le protezioni, le Alzate degli Abbà, le postazioni per assistere alla battaglia. Spazi che naturalmente vengono stravolti durante le giornate del Carnevale ma che già da ieri, grazie agli operatori alacremente all’opera, stanno riprendendo l’aspetto originario. L’appoggio e il supporto dell’Amministrazione della città di Ivrea sono fondamentali per lo svolgersi della manifestazione dunque un ringraziamento al primo cittadino Carlo Della Pepa in rappresentanza di tutti.

Certamente un grazie va alle forze dell’ordine, quest’anno più che mai operative per evitare attacchi terroristici, e agli operatori di Croce Rossa e pronto soccorso dislocati in vari punti della città pronti ad intervenire all’istante.

Ci sono poi i volontari, che hanno offerto impegno e passione sottraendo spesso tempo alla famiglia, al lavoro e al sonno non solo nelle effettive giornate di Carnevale ma anche e soprattutto prima della manifestazione per tutte le questioni organizzative e logistiche.

Naturalmente il Carnevale non esisterebbe senza le componenti che ne sono l’anima. Ciascuna a suo modo e con le proprie peculiarità lavora da sempre affinché la manifestazione si possa ripetere ogni anno: l’albo dei Carri da Getto e l’albo delle Fagiolate, gli Amis ad Piassa d’la Granaja, gli Alfieri e il gruppo Pifferi e Tamburi, l’Associazione Aranceri a piedi e l’Associazione Aranceri Carri da Getto, l’Associazione Museo dello Storico Carnevale di Ivrea, lo Stato Maggiore, l’Ordine della Mugnaia e la Scorta d’Onore della Mugnaia, le Vivandiere, i Citoyens, il Comitato della Croazia, i Credendari, l’Auc e il Soas.

Sono da ricordare inoltre tutti i Personaggi e i figuranti del Corteo Storico che con la loro passione hanno contribuito al rispetto dei valori di identità e storicità della manifestazione stessa e l’Osservatorio Creativo il cui lavoro super partes permette, anno dopo anno, di elevare il livello qualitativo e di immagine della manifestazione.

Un ringraziamento ai commercianti che hanno appoggiato la Fondazione – prediligendo la vendita dei berretti frigi o scegliendo di partecipare al Villaggio Arancio – così come riconoscenza va a sponsor e partner che a vario titolo hanno creduto e sostenuto il Carnevale: il loro è certamente un apporto fondamentale e vitale per la manifestazione. 

Più che un ringraziamento va a Clara Pellanda, segretaria della Fondazione nonché Oditore, Maurizio Leggero, responsabile storico-artistico della manifestazione, e a Davide Marchegiano, il responsabile di tutta la parte organizzativa: tre figure chiave di grande esperienza per tutta la manifestazione. Impossibile fare a meno delle loro capacità umane e professionali. Lo Storico Carnevale di Ivrea è un evento di partecipazione pubblica che grazie alla passione, alla dedizione e al forte legame con le tradizioni di chi vi partecipa riesce da decenni a ripetersi immutato – commenta il presidente della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea Alberto Alma -. Un pensiero di gratitudine per tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di questa edizione chi lavorando in prima linea, chi da dietro le quinte: professionisti e volontari, cittadini e turisti, componenti, personaggi e Istituzioni – commenta il Presidente della Fondazione Alberto Alma.

In maniera autoreferenziale ringraziamo anche la Fondazione – citando Emilia Sabolo, Vice Presidente, Piero Gillardi e Andrea Barrel – che con grande impegno è riuscita in pochi mesi non solo a riproporre l’ordinario, ma anche a seminare accordi di livello che saranno di indotto per molte nuove attività che vorremo portare avanti per il prossimo anno – continua Elisa Gusta Consigliera Delegata Comunicazione e Immagine -. La passione che ci accomuna e che ci rende uniti e forti, ha fatto si che sia stata un’edizione straordinaria, siamo convinti che la via giusta sia fatta di collaborazione e condivisione, fin da subito ci rimetteremo al lavoro anche coinvolgendo tutti per ridiscutere insieme il vicino anno futuro. Evviva il Carnevale!”

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

22/11/2017

Canavese, nel 2017 sono state ben 187 le donne oggetto di violenza. Le iniziative dell’Asl To4

Come sempre è alta l’attenzione dell’Asl To4 sulla problematica della violenza contro le donne, attraverso l’impegno […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

22/11/2017

Cuorgnè, nasce in città una comunità di vendita on line di prodotti agricoli a chilometri zero

E’ con un “alveritivo” che avrà luogo venerdì 14 novembre alle 18,30 nella splendida cornice di […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

22/11/2017

Rivarolo, grande apericena all’ISS “Aldo Moro” per sostenere l’attività didattica dell’Istituto

Un’apericena a sostegno del Iss Aldo Moro nato nel 1997 dall’aggregazione del liceo scientifico Aldo Moro […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy