Spopolamento delle valli montane: la Regione stanzia 12 milioni di euro per rivitalizzare le borgate

Locana

/

31/08/2018

CONDIVIDI

Tra gl'interventi che si possono attuare con fondi europei figurano la costruzione di biblioteche e l’adeguamento delle reti fognarie, idriche e di distribuzione del riscaldamento nelle frazioni

Dodici milioni di euro per riqualificare le borgate montane: è la somma stanziata dalla Regione Piemonte per ridare slancio ai comuni delle Terre Alte. A settembre sarà pubblicato il bando di concorso al quale potranno partecipare i comuni delle valli montane del Canavese e del Piemonte. L’obiettivo? Quello di m igliorare gli spazi aperti a uso pubblico e la riqualificazione delle strutture culturali e ricreative. Spiega l’assessore regionale con delega alla Montagna Alberto Valmaggia: “Il provvedimento prosegue il percorso di riqualificazione dei borghi alpini avviato con il Psr 2007-2013, che aveva permesso di sistemare le proprietà pubbliche e private di 34 località. Questa volta si è deciso invece di concentrare le risorse sulle sole parti pubbliche. Il progetto è ambizioso e punta sulla rivitalizzazione di un buon numero di borgate alpine.

Spiega ancora l’assessore Valmaggia: “Sarà possibile investire in modo efficace i fondi europei nell’ottica di realizzare opere significative ma condivise da territori vasti come sono quelli delle Unioni. Si potranno così offrire servizi importanti per chi vive in montagna, con l’obiettivo di limitare nella misura maggiore possibile il loro spopolamento”. Lo spopolamento. Il male oscuro del quale soffrono le valli montane in tutto il Piemonte: meno lavoro, meno servizi, costringono giovani e nuclei famigliari a trasferirsi a valle o nelle città, dove ancora si possono cogliere opportunità.
Tra gl’interventi che si possono attuare figurano la costruzione di biblioteche e laboratori linguistici o artistici, oppure utili per le attività informatiche e ludico-sportive.

E non è tutto: gl’investimenti riguarderanno anche l’adeguamento delle reti fognarie, idriche e di distribuzione del riscaldamento, di opere di interramento e potenziamento delle linee aeree elettriche e telefoniche, l’arredo, l’illuminazione pubblica e la pavimentazione della viabilità interna delle borgate.

Dov'è successo?

Leggi anche

14/10/2019

I tifosi “granata” del Canavese ricordano la morte, avvenuta 52 anni fa, del campione Gigi Meroni

Non c’è tifoso “granata” che non conservi nel cuore il ricordo di Gigi Meroni che 52 […]

leggi tutto...

14/10/2019

Ivrea in lutto piange la scomparsa di Bianca, la sorella dell’eroico partigiano Gino Pistoni

È morta Bianca Pistoni, sorella del partigiano Gino Pistone. A darne l’annuncio è stato il Gruppo […]

leggi tutto...

14/10/2019

Feletto: è tornata a casa nel pomeriggio la donna che si era allontanata da casa in mattinata

E’ tornata a casa nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì 14 ottobre, la pensionata di 72 […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy