Spineto: il vescovo Cerrato trasferisce in Valsoana il parroco don Luca Pastore. E la frazione insorge

Spineto

/

10/07/2019

CONDIVIDI

Oltre a una raccolta firme i fedeli pensano di organizzare anche una manifestazione di protesta. A sostituire il parroco sarà l'arciprete di Castellamonte don Angelo Bianchi. La rivolta approda sui social

Se non è una vera e propria rivolta popolare, poco ci manca. La decisione assunta dal vescovo di Ivrea Monsignor Eodardo Cerrato di trasferire dal prossimo 1° settembre il vicario parrocchiale (che svolge a tutti gli effetti la funzione di parroco) dalla chiesa della Natività della Beata Vergine Maria di Spineto, ha scatenato la protesta dei parrocchiani che chiedono al vescovo di ritornare sulla propria decisione.

I parrocchiani si sono mobilitati anche sui social: su Facebook è nata la pagina “Lasciate Don Luca a Spineto” che ospita i post pubblicati dai fedeli che si chiarano pronti a manifestare per evitare che Don Luca Pastore si trasferito in Valsoana com’è intenzionata a fare la Curia eporediese.

Monsignor Cerrato ha anche deciso che ad amministrare la parrocchia di Spineto sarà l’arciprete di Castellamonte don Angelo Bianchi. Don Luca Pastore era salito un anno fa alla ribalta della cronaca a causa di alcune esternazioni riguardanti gli aiuti destinati ai profughi. Una linea di pensiero che è cozza contro quella di don Angelo Bianchi.

Scrive sui social una parrocchiana: “Propongo oltre che la raccolta firme anche una manifestazione. Che spineto faccia sentire il suo pensiero. Ho molta stima in don Luca. Per me la Chiesa di spineto è lui. Facciamo qualcosa di concreto tutti insieme”.

E ancora: “Cosa bisogna fare per far stare don Luca a spineto? Io sono di Cuorgnè, ma don Luca ha celebrato il mio matrimonio e il battesimo di mio figlio. È una persona d’oro. E come prete è eccellente! Al mio matrimonio tutti gli invitati erano sbalorditi dalla celebrazione. Ha colpito tutti ed è unico”.

Don Luca Pastore è nato a Brosso in Valchiusella. Ordinato sacerdote nel 2010 ha precedentemente effettuato il suo ministero anche nelle parrocchie di Chivasso e Rivarolo.

Leggi anche

18/09/2019

Volpiano: sì alla messa in sicurezza della “provinciale” per Leinì, teatro di incidenti mortali

La questione della pericolosità di un tratto della Strada Provinciale 500 a Volpiano, all’incrocio con via […]

leggi tutto...

18/09/2019

Ceresole Reale: escursione guidata in E-bike alla scoperta dei tesori del Parco del Gran Paradiso

L’obiettivo è quello di promuovere il territorio e il turismo locale: in questo contesto il bar […]

leggi tutto...

18/09/2019

Ivrea, la Manital finisce in tribunale. Sul futuro dell’azienda deciderà il giudice fallimentare

Amministrazione controllata per la Manital di Ivrea? A decidere sull’ammissibilità per insolvenza saranno i giudici del […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy