Spaccio di droga in Alto Canavese: controffensiva dei carabinieri. Tre denunce e un arresto

Vistrorio

/

04/02/2019

CONDIVIDI

L'operazione rientra nell’ambito delle misure di contrasto attivate dalla Compagnia di Ivrea nei confronti dello spaccio e l’utilizzo di sostanze stupefacenti. I risultati non si fanno attendere

Continua incessante l’attività di contrasto allo spaccio di droga da parte dei carabinieri della Compagnia di Ivrea. Nelle giornate di mercoledì 30 e giovedì 31 gennaio nel corso di specifici servizi, una persona è stata tratta in arresto e tre sono state denunciate a piede libero alla Procura della Repubblica di Ivrea.

A Vistrorio i militari hanno tratto arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il trentacinquenne D.M.. Lo stesso presso la propria abitazione aveva infatti allestito una attrezzata piantagione di marijuana. Nel corso dell’operazione sono state sequestrate 88 piante di marijuana e 164 grammi circa di analoga sostanza già essiccata e confezionata in dosi pronte per essere cedute. Su disposizione della Procura di Ivrea l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Nella giornata del 1 febbraio 2019, il Gip del Tribunale di Ivrea ha convalidato l’arresto di D.M., disponendo la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Busano, durante una perquisizione sono stati sequestrati circa 4,5 grammi di cocaina a L.D. trentunenne operaio con precedenti. Lo stesso è stato deferito in stato di libertà. E ancora: a Banchette i Carabinieri hanno denunciato in stato di Libertà C.W. di quarantotto anni, operaio. Presso la sua abitazione sono state sequestrate 4 piante di marijuana, 27 grammi di uguale sostanza già essiccata, 17 grammi circa di hashish, un bilancino e la somma di 1550 € ritenuta provento dell’attività illecita.

A Nomaglio i militari hanno infine denunciato in stato di libertà G.A. autotrasportatore di trentasei anni. Presso il suo domicilio sono state sequestrate 15 piante di marijuana, 108 grammi di stessa sostanza già essiccata e una dose di hashish.

L’intensa attività svolta dai militari della Compagnia di Ivrea rientra nell’ambito delle consuete misure di contrasto per arginare il fenomeno dello spaccio e dell’utilizzo di sostanze stupefacenti nella giurisdizione di competenza.

Leggi anche

18/11/2019

Autostrada A5, percorribili le corsie per Torino. Per la riapertura verso la Val d’Aosta ancora 48-72 ore

Dopo cinque ore di chiusura forzata, dovuto ad un incidente di cantiere che ha messo a […]

leggi tutto...

18/11/2019

Aumentano le tariffe dei trasporti. La deputata Pd Bonomo: “Ennesima batosta per i pendolari”

“L’aumento delle tariffe per il servizio di trasporto pubblico nel settore extraurbano, deliberato dall’Agenzia per la […]

leggi tutto...

18/11/2019

Caluso: all’hotel Erbaluce serata conviviale del Lions Club dedicata alla Stazione spaziale internazionale

Una serata dedicata all’astronomia e all’avventura umana nello spazio: è quella organizzata dal Lions Club Caluso […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy