Il sindaco di Volpiano all’ex provincia: “Modificare le priorità per la sicurezza di corso Europa”

19/09/2019

CONDIVIDI

Emanuele De Zuanne che è anche portavoce della Zona Omogenea 4, invita la Città Metropolitana a riconsiderare la scaletta delle priorità per rendere più sicuro il tratto di strada che soltanto negli ultimi mesi ha registrato ben quattro incidenti mortali. "Si depennino interventi meno indispensabili. Le scelte spettano alla politica e non ai tecnici"

Il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne, portavoce della zona omogenea Torino Nord, è intervenuto mercoledì 18 settembre alla riunione del Consiglio della Città metropolitana di Torino per chiedere che la sicurezza sulla strada provinciale 500 venga messa tra le priorità nella programmazione degli interventi della Città metropolitana di Torino. “Gli incidenti su tale tratto stradale, purtroppo in alcuni casi anche mortali, hanno avuto come conseguenza continue segnalazioni da parte del nostro Comune al fine di risolvere questo problema. Pur ringraziando il lavoro svolto dalla Prefettura e dagli uffici tecnici della Città Metropolitana, spiace constatare che non si è purtroppo ancora giunti a una soluzione”, ha detto il sindaco.

“Come succede all’interno dei Comuni – ha proseguito De Zuanne – ove i sindaci, di fronte a un fatto emergenziale, devono modificare le priorità dei propri interventi per mettere in sicurezza edifici o aree del territorio con le necessarie modifiche contabili, chiedo al Consiglio di intervenire per cambiare le priorità degli interventi viabilistici inserendo tra gli stessi la SP 500 con le necessarie variazioni amministrativo-contabili”.

Una nota del Consiglio metropolitano sottolinea come “la questione della pericolosità di un tratto della strada provinciale 500 a Volpiano, all’incrocio con via Pisa, sarà affrontata con interventi che, pur non risolutivi, partiranno entro il mese di ottobre. La Città Metropolitana di Torino è disponibile comunque a valutare una soluzione definitiva al problema e a stanziare le necessarie risorse”.

La vicenda, che riveste un carattere d’urgenza causa dei tanti incidenti stradali anche mortali che si sono verificati nel tempo in quel tratto, è quanto mai attuale. Il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne, inqualità di portavoce della Zona Omogenea 4 Amt Nord, il 18 settembre di quest’anno ha segnalato in una lettera inviata alla Città Metropolitana, che “Sin dal 2009, anno in cui fu costruito il collegamento della SP500 (fino a quel momento strada tronca che garantiva l’ingresso/uscita agli stabilimenti Eni S.p.A, Autogas Nord e Butan Gas S.p.A e alla zona industriale di Via Venezia/Via Pisa) il Comune di Volpiano segnalava che l’aumento del traffico avrebbe aumentato il rischio di incidenti in tale arteria stradale; con la costruzione del ponte sul Po che collega tale strada con la collina di Torino il traffico ha registrato un ulteriore aumento. Il rischio di incidente è stato da subito legato alla particolare situazione degli automezzi in entrata e in uscita dalle menzionate società che trattano industrialmente idrocarburi: la Città Metropolitana, la Prefettura di Torino e il Comune di Volpiano hanno nel tempo effettuato numerosi incontri per valutare i piani di emergenza esterna delle società in questione”.

E ancora un suggerimento: “Come succede all’interno dei Comuni ove i Sindaci, di fronte a un fatto emergenziale, devono modificare le priorità dei propri interventi per mettere in sicurezza edifici o aree del territorio con le necessarie modifiche contabili chiedo al Consiglio di intervenire per cambiare le priorità degli interventi viabilistici inserendo tra gli stessi la SP 500 con le necessarie variazioni amministrativo contabili”.

In sostanza l’amministratore invita la Città Metropolitana a riconsiderare la scaletta delle priorità per rendere più sicuro il tratto di strada che soltanto negli ultimi mesi ha registrato ben quattro incidenti mortali. Se fosse dipeso dal Comune, il problema sarebbe già stato risolto da tempo.

Leggi anche

15/10/2019

Favria: domenica 20 ottobre appuntamento in piazza con una grandiosa castagnata

Domenica 20 ottobre avrà luogo a Favria una castagnata che non è solo il classico appuntamento […]

leggi tutto...

15/10/2019

Giovane coppia di Viù percorre undicimila chilometri a piedi attraverso tutta l’Europa

Hanno attraversato l’Europa percorrendo in un anno 11 mila chilometri a piedi. Anna Rastello e Riccardo […]

leggi tutto...

15/10/2019

Ivrea: rissa in campo tra i giocatori. E l’arbitro sospende la partita di calcio giovanile

Sarà il giudice sportivo a decidere le sorti della partita di calcio e dei tesserati dell’Ivrea […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy