Settimo Torinese, riapre nel presidio ospedaliero, dopo un anno, l’ambulatorio di oncologia

Settimo Torinese

/

06/02/2017

CONDIVIDI

La ripresa del servizio è frutto di un lavoro di sinergia e di integrazione tra l'Azienda Sanitaria, l’Amministrazione comunale settimese, l’ASL TO2 e la Cooperativa sociale "Frassati"

Da martedì 7 febbraio sarà nuovamente operativo, dopo un periodo di sospensione di circa un anno, l’Ambulatorio di Oncologia dell’Ospedale di Settimo Torinese, gestito in integrazione tra l’Asl TO4 e l’ASL TO2. Il Presidio ospedaliero di Settimo Torinese, infatti, rappresenta un’esperienza di sperimentazione gestionale caratterizzata dall’integrazione tra servizio pubblico e privato sociale, a forte maggioranza pubblica (Asl TO4 34,0%; Comune di Settimo Torinese 31,5%; ASL TO2 18,0%; Cooperativa sociale Frassati 16,5%).

“L’Ambulatorio di Oncologia, che avevamo aperto alla fine del mese di maggio 2015 e che ora riapriamo, – dichiara il Direttore Generale dell’ASL TO4, Lorenzo Ardissoneè frutto di un lavoro di sinergia e di integrazione tra la nostra Azienda, l’Amministrazione comunale settimese, l’ASL TO2 e la Cooperativa sociale Frassati. Si tratta di uno degli esempi concreti di quanto il «fare sistema» tra istituzioni e con altre realtà territoriali dia origine a opportunità a vantaggio dei cittadini non altrimenti possibili”.
“Con questo Servizioaggiunge il general manager – diamo vita a uno degli obiettivi che si pone alla base della nostra azione di direzione strategica, quello di avvicinare i servizi ai luoghi di vita delle persone in un’ottica di appropriatezza”.

“Grazie alla stretta collaborazione tra ASL e Comune di Settimo – spiega il sindaco della Città di Settimo Torinese, Fabrizio Pupposiamo riusciti a riattivare un servizio fondamentale come quello dell’Ambulatorio oncologico presso l’Ospedale di Settimo Torinese. Per i cittadini del territorio che vivono un momento di difficoltà il poter essere assistiti senza essere obbligati a spostamenti è sicuramente un sostegno importante”.

Nell’ambito dell’Ambulatorio, l’Asl To4 e l’Asl To2 si prendono cura, rispettivamente, con propri medici oncologici, delle persone residenti sul proprio territorio. Gli infermieri, invece, sono forniti dalla Cooperativa sociale Frassati, che già gestisce il personale infermieristico e tecnico dell’intero Ospedale, e sono stati appositamente formati presso le due Aziende. Attualmente l’Ambulatorio dell’ASL TO4 ha cadenza quindicinale.

“Presso l’Ambulatorio di Oncologia dell’Ospedale di Settimo Torinese – sottolinea il responsabile dell’Oncologia dell’AslTo4, dottor Giorgio Vellanisi svolge principalmente l’attività di follow up, cioè l’attività di controllo dei pazienti stabilizzati, successivamente al percorso di cura già avviato presso il CAS di riferimento. Inoltre, spesso nel Presidio settimese sono ricoverati, come post ricovero ospedaliero, persone con problemi oncologici, che necessitano di consulenze specialistiche per il miglior inquadramento della loro patologia. Queste consulenze, quindi, possono essere effettuate direttamente in loco, evitando alle persone assistite il disagio del trasporto presso gli ospedali di competenza”.

Il Centro Accoglienza e Servizi (CAS) è la struttura di riferimento della persona nell’ambito della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta in termini di assistenza, orientamento e supporto, anche dal punto di vista amministrativo-gestionale, ed è situato, di norma, presso i Servizi Oncologici delle Aziende Sanitarie. Nell’ASL TO4 sono presenti quattro CAS – presso le strutture di Oncologia degli Ospedali di Chivasso, di Ciriè, di Ivrea e di Lanzo –, diretti dal Direttore del Dipartimento Oncologico, dottor
Lodovico Rosato, e un Punto di Accoglienza e di Servizio presso l’Ospedale di Cuorgnè.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea: un guasto tecnico blocca il servizio di emodinamica. I pazienti costretti a emigrare

Il gruppo di continuità che assicura l’erogazione di energia in caso di interruzione dell’erogazione di energia […]

leggi tutto...

San Giorgio Canavese

/

15/12/2017

San Giorgio: da lunedì 18 la Media ospiterà gli alunni della scuola chiusa per il monossido di carbonio

Da lunedì 18 dicembre gli scolari della scuola elementare di San Giorgio Canavese, potranno tornare a […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

15/12/2017

Cuorgnè: autobotti Smat prelevano dall’acquedotto per dissetare le Terre Alte in preda alla siccità

Il Canavese ha sete e da circa cinque mesi le autobotti della Smat prelevano l’acqua dall’acquedotto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy