Settimo Torinese: la madre non riconosce il neonato gettato in strada e il Comune paga il funerale

Settimo Torinese

/

10/06/2017

CONDIVIDI

A dare la notizia che sarà la collettività a pagare il servizio funebre è stato il sindaco Fabrizio Puppo. La madre è in carcere

I funerali di Giovanni, il neonato che lo scorso martedì è stato gettato in strada da un balcone in via Turati 2 e che è morto mezz’ora dopo il suo ricovero all’ospedale infantile Regina Margerita di Torino, saranno celebrati alle 10,00 di lunedì 12 giugno nella chiesa della parrocchia di San Pietro in Vincoli a Settimo Torinese.

La piccola salma sarà successivamente tumulata nel cimitero cittadino a spese del Comune, come ha annunciato il sindaco Fabrizio Puppo, perché  la madre, sospettata di averlo gettato in strada dopo averlo partorito, non ha riconosciuto il bambino. La donna si trova attualmente rinchiusa in una cella del carcere Le Vallette di Torino con l’accusa di lesioni aggravate.

La tragica vicenda che è salita alla ribalta della cronaca nera nazionale, ha suscitato una grande commozione e pietà non soltanto a Settimo Torinese dove Giovanni (il nome gli è stato dato dai medici e infermieri dell’ospedale) è nato ed è morto, ma in tutta la penisola.

Proseguono le indagini condotte dalla procura di Ivrea per accertare tutte le responsabilità.

Dov'è successo?

Leggi anche

03/07/2020

La Fondazione Crt: “Via l’ospedale Covid dalle ex Ogr”. Valle (Pd): “Cirio decida che cosa fare”

“Finita la festa, gabbato lu santo” recita un vecchio adagio quanto mai attuale nel momento in […]

leggi tutto...

03/07/2020

Coronavirus in Piemonte: 4 i decessi (nessuno oggi) e 16 nuovi casi positivi. L’epidemia rallenta ancora

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunicato che, alle ore 18,00 di oggi, venerdì 3 luglio […]

leggi tutto...

03/07/2020

Epidemia, Rivarolo è una città Covid-free. Dall’inizio dell’epidemia, oggi nessun contagio

Rivarolo Canavese è Covid-free: a darne l’annuncio con evidente soddisfazione è il sindaco Alberto Rostagno sulla […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy