Settimo Torinese, attore di “Striscia” rischia due anni di carcere per corruzione

Settimo Torinese

/

07/10/2015

CONDIVIDI

L'uomo doveva contattare un'autoscuola sospetta, versare una finta "tangente", ottenere la patente e filmare tutto

L’uomo era stato reclutato come figurante per documentare lo scandalo delle patenti facili. Doveva collaborare ad un servizio trasmesso da “Striscia la Notizia” nel quale si denunciava la corruzione in alcune autoscuole del Torinese. L’uomo, residente a Settimo Torinese, ora rischia di essere condannato a due anni di reclusione proprio con l’accusa di corruzione. I fatti: l’infiltrato, munito di telecamera nascosta, fu incaricato di contattare una delle autoscuole sospettate e di versare “una mazzetta” per ottenere in modo illecito la patente C.

Nel corso dell’esame l’uomo sbagliò appositamente nove domande su dieci (l’episodio fu filmato). E venne promosso. Del caso si stava occupando l’inviato Vittorio Brumotti che non è coinvolto nel procedimento penale. Brumotti decise di avvisare la polizia. L’avvocato difensore dell’imputato sostiene la tesi che non c’è corruzione perché non c’è dolo.

Di diverso parere è il pm Andrea Padalino della procura di Torino. Il magistrato ha spiegato in aula che l’episodio di corruzione è stato consumata e il caso non può essere giustificato da ogni altra esigenza, tanto che anche le forze dell’ordine, quando svolgono le indagini, devono attenersi rigidamente alla legislazione in vigore. Il 24 novembre il giudice pronuncerà la sentenza.

Dov'è successo?

Leggi anche

30/05/2020

Coronavirus, il presidente della Regione: “Abbiamo i numeri per riaprire i confini il 3 giugno”

Ospite di Tgcom24 il presidente Alberto Cirio ha affermato che “il Piemonte ha i numeri in […]

leggi tutto...

30/05/2020

Coronavirus in Piemonte: oggi, sabato 30 maggio 7 decessi e 82 contagi. Il Covid-19 rimane tra noi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi sabato 30 maggio, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

30/05/2020

Chivasso, messaggio del sindaco Castello: “Abbiamo riaperto i mercati ma la prudenza è d’obbligo”

Pubblichiamo il messaggio che il sindaco di Chivasso Claudio Castello rivolge ai cittadini dove si fa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy