Scuola: aperto il bando della Regione Piemonte per ottenere il voucher per le spese scolastiche

Rivarolo Canavese

/

13/12/2017

CONDIVIDI

In particolare, è possibile richiedere il voucher per le spese scolastiche di iscrizione e frequenza, oppure, in alternativa, per quelle relative all’acquisto di libri di testo, materiale didattico, dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione e attività integrative

Apre giovedì 14 dicembre e resterà aperto fino al 15 gennaio 2018, il bando con cui le famiglie piemontesi possono presentare domanda per il voucher scuola relativo all’anno scolastico 2017/2018. Si tratta, come noto, della nuova modalità con cui viene erogato in Piemonte l’assegno di studio: una sorta di ticket virtuale utilizzabile per gli acquisti legati al diritto allo studio. In particolare, è possibile richiedere il voucher per le spese scolastiche di iscrizione e frequenza, oppure, in alternativa, per quelle relative all’acquisto di libri di testo, materiale didattico, dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa e trasporti.
Possono richiedere il voucher 2017/2018, che avrà validità fino al 30 giugno 2019, le famiglie residenti in Piemonte, o gli studenti stessi se maggiorenni, con indicatore Isee non superiore a 26 mila euro iscritti alla scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado, statale e paritaria, e ai corsi di formazione professionale in obbligo di istruzione. Gli interessati devono dotarsi dell’Isee 2017.

Come gli scorsi anni, con lo stesso modulo utilizzato per la richiesta del voucher è possibile richiedere anche il contributo statale per i libri di testo, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie, e delle agenzie formative in obbligo di istruzione, con indicatore Isee non superiore a 10.632,94 euro.

Quest’anno, inoltre, il bando servirà anche per formare l’elenco dei beneficiari piemontesi delle Borse di studio rivolte agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado ed erogate direttamente dal Ministero dell’Istruzione. Si tratta di un contributo, previsto da un decreto attuativo della legge “La Buona Scuola”, recentemente approvato, che ha un valore pari a 200 euro, per l’acquisto di libri di testo, per la mobilità e il trasporto, e per l’accesso a beni e servizi di natura culturale. L’indicatore Isee in questo caso non deve essere superiore a 10 mila euro. La borsa sarà erogata dal ministero nel 2018 con modalità virtuali, attraverso la Carta dello Studente.

Come presentare domanda

La domanda può essere presentata esclusivamente online accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio.
Per la compilazione occorre scaricare il modulo di domanda, salvarlo su postazione locale, compilarlo elettronicamente, validarlo e trasmetterlo accedendo nuovamente al sistema.
Per ricevere ulteriori informazioni, a disposizione delle famiglie la Regione ha attivato il numero verde gratuito 800-333-444 (disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00). E’ inoltre possibile consultare la pagina web http://www.regione.piemonte.it/istruzione

Dov'è successo?

Leggi anche

15/01/2018

Dal 15 gennaio il trolley dei passeggeri Ryanair deve essere imbarcato. Scoppia la protesta

I trolley da lunedì 15 gennaio non saranno più considerati bagaglio a mano e dovranno essere […]

leggi tutto...

15/01/2018

McDonald’s apre un ristorante a Chivasso e assume 40 giovani. Già aperte le selezioni on line

McDonald’s sbarca anche a Chivasso con l’apertura di un nuovo ristorante a Chivasso: in questo particolare […]

leggi tutto...

15/01/2018

Il Ponte Preti non è a rischio crollo. La Città Metropolitana: “Va sicuramente controllato”

Nei giorni scorsi, la II Commissione Consiliare Lavori pubblici della Città metropolitana di Torino ha esaminato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy