Scarmagno, per l’incendio al capannone C dell’ex Olivetti, chieste cinque condanne e due assoluzioni

Scarmagno

/

22/12/2016

CONDIVIDI

I due operai della Omg di Valperga per il pm devono essere assolti perchè il fatto non costituisce reato

Sono trascorsi tre anni da quel 19 marzo 2013 in cui un vasto incendio devastò del tutto il capannone C del Comprensorio ex Olivetti di Scarmagno: nella mattinata di ieri, mercoledì 21 dicembre il pm del tribunale di Ivrea ha richiesto cinque condanne e due assoluzioni. Ad andare a fuoco era stato il capannone che ospitava la Telis (allora ex TellCel), la Innovis e la Wirelab. Oltre 500 dipendenti delle tre società rimasero a lungo senza lavoro.

Il devastante incendio causò danni per oltre 40 milioni di euro. La requisitoria che ha preceduto le richieste, il pubblico ministero Chiara Molinari ha asserito che quel disastro poteva essere valutato e ha sottolineato che a giudizio della procura, si sarebbe verificato una grave sottovalutazione del rischio che avrebbe causato una gestione disastro dell’intera vicenda. I due operai che lavoravano ad uno dei lucernari del capannone (lo stesso dal quale si è propagato l’incendio), Emanuele Gianpaolo e Luca Blessent, per il pm non si possono considerare responsabili e ne ha chiesto l’assoluzione perché il fatto non costituisce reato.

La pubblica accusa ha chiesto invece la condanna a 1 anno e sei mesi per Bruno Guglielmetti, datore di lavoro dei due operai, per Luca Barengo uno dei responsabili della Manutencoop e per Domenico Pellegrini ex amministratore delegato della CellTel. Gli altri due imputati Domenico Voiglio e Rosario D’Addio, entrambi dirigenti della Manutencoop che aveva subappaltato i lavori di manutenzione al capannone C alla Omg di Valperga, il pubblico ministero ha chiesto rispettivamente una pena di 1 anno e 1 anno e tre mesi.

Dov'è successo?

Leggi anche

18/01/2020

Rivarolo, solidarietà per Loris: nel match tra deputati e amministratori vince il cuore

Il 16 febbraio il piccolo Loris Augusti di 7 anni volerà in Florida per essere sottoposto […]

leggi tutto...

18/01/2020

San Mauro Torinese: allestisce in casa una serra di marijuana. Arrestato custode di una scuola

Nella serata di venerdì 17 gennaio i carabinieri della stazione di Castiglione Torinese hanno scoperto, in […]

leggi tutto...

18/01/2020

Paura a Cafasse: in fiamme il Monte Basso. Gl’incendi domati dai pompieri e dai volontari Aib

Ancora fiamme e nelle Valli di Lanzo torna la paura. Il Monte Basso brucia di nuovo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy