San Raffaele Cimena, automobilista sbanda e trancia tubo del gas. Evacuate venti famiglie

San Raffaele Cimena

/

03/08/2015

CONDIVIDI

Il conducente dell'auto, un torinese di 45 anni, ha perso il controllo dell'auto e ha danneggiato una tubazione del gas e una centralina Enel

L’auto, una Ford Focus, con ogni probabilità, viaggiava a forte velocità. Starebbe a dimostrarlo il fatto che quando il conducente, E.M., 45 anni di Torino, ha perso il controllo e  ha sbandato ha danneggiato una tubatura di gas metano e una centralina elettrica dell’Enel.

E’ successo ieri pomeriggio a San Raffaele Cimena, suggestivo centro abitato della collina Torinese nei pressi di Chivasso. Sul luogo dell’incidente stradale, che non causato nessun ferito, sono intervenuti i Vigili del Fuoco, i tecnici Enel e quelli del gas che hanno evacuato, in via temporanea e per questioni di sicurezza, una ventina di famiglie che risiedono nell’edifico che si affaccia sulla strada. 

Il guasto è stato ripristinato in poche ore. Sono anche intervenuti i carabinieri della Compagnia di Chivasso che hanno effettuato i rilievi del caso. La dinamica dell’incidente è ancora in via di accertamento.

La circolazione sulla ex statale 590 è stata interrotta per alcune ore, con il relativi disagi per gli automobilisti che nel week-end percorrono numerosi la strada che collega Torino all’Astigiano e alla Valle Cerrina.

Dov'è successo?

Leggi anche

19/06/2018

Salassa: furgone sbanda, urta un bus che trasporta bambini e si scontra con due auto. 5 i feriti

Una bella giornata di festa, trascorsa partecipando a un corso di arrampicata organizzato dal Cai di […]

leggi tutto...

19/06/2018

Volpiano: il mercato sarà spostato nella nuova piazza Italia e il Comune istituisce una navetta gratuita

L’amministrazione comunale di Volpiano ha deciso di attivare, nei giorni di mercato (martedì e sabato mattina), […]

leggi tutto...

19/06/2018

Volpiano, la Comital è stata dichiarata fallita. Alla proprietà non è pervenuta nessuna offerta di acquisto

La speranza di poter continuare a lavorare, si è infranta contro una sentenza del tribunale di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy